Festival Internazionale del Film di Marrakech

0
6023

Milano, novembre 2014 La città di Marrakech ospiterà la 14° edizione del Festival Internazionale del Film di Marrakech (FIFM) dal 5 al 13 dicembre 2014.

Il Festival Internazionale del Film di Marrakech, prestigioso appuntamento cinematografico cosmopolita sotto l’Alto Patrocinio di Sua Maestà il Re Mohammed VI, e in partnership fin dal suo debutto con l’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco, anche quest’anno si propone di diffondere la conoscenza dei diversi talenti della settima arte, rendendo omaggio alle personalità del cinema di tutto il mondo. Il suo prestigio a livello internazionale è ormai comparabile a quello di Cannes o Venezia in Europa: è infatti l’incontro fra i più importanti cineasti mondiali, proiezioni di film internazionali e premiazioni delle migliori produzioni.

Presidente della giuria – Dopo i registi Emir Kusturica nel 2011, John Boorman nel 2012 e Martin Scorsese nel 2013, sarà l’attrice Isabelle Huppert a presiedere la giuria dei lungometraggi della 14° edizione del Festival. Una scelta da parte del comitato in linea con l’impronta internazionale della manifestazione e con la volontà di arricchire ogni anno la rassegna con protagonisti e proposte d’eccellenza.

Isabelle Huppert, che è già stata presidente della giuria del Festival di Cannes 2009, è stata diretta dai più grandi registi d’Europa, d’America e d’Asia, distinguendosi in ogni sua interpretazione ed è la terza donna a presiedere la giuria dei lungometraggi del Festival Internazionale del Film di Marrakech dopo Charlotte Rampling nel 2001 e Jeanne Moreau nel 2002.

“Sono molto onorata di essere stata scelta per presiedere la giuria del Festival” dichiara l’attrice francese “Sarò felice di incontrare il pubblico marocchino, di condividere la curiosità e l’entusiasmo nella scoperta dei film che saranno selezionati da tutto il mondo”

La giura dei lungometraggi – I film in gara verranno valutati dalla giuria dei lungometraggi composta da personalità internazionali come i registi Mario Martone (Italia), Ritesh Batra (India), Susanne Bier (Danimarca), Bertrand Bonello (Francia), Cristian Mungiu (Romania), Moumen Smihi (Marocco) e gli attori Mélanie Laurent (Francia) e Alan Rickman (UK).

Selezione dei film – La selezione di questa edizione del Festival ha voluto sottolineare la potenza e l’intensità del cinema quando, in una situazione generalizzata di ristrettezze, il rigore è la spinta creativa per il talento e l’espressione della ricerca della verità. 87 film, 22 nazionalità, 13 prime, grande spazio a registi emergenti nazionali ed internazionali in grado di narrare la nostra società, la condizione umana e l’infanzia perduta con coraggio e audacia. E con l’autorevole giuria, i tributi, i masterclass, il Festival rinnova ancora una volta l’ambizione di rendere Marrakech una tappa obbligatoria per il cinema d’autore e trasformare la città in un unico, magnifico schermo della settima arte.

Omaggio alla cinematografia giapponese – La 14° edizione del FIFM renderà omaggio al cinema giapponese. Fin dal suo debutto infatti il Festival è sempre stato testimone della vitalità e valore della cinematografia del Giappone selezionando più volte pellicole giapponesi in concorso e con tributi ai suoi più illustri rappresentanti. E in questa edizione il Festival ospiterà in un’importante delegazione giapponese di registi, attori e produttori e celebrerà i maestri del Sol Levante da Yasujiro Ozu a Kore-Eda Hirokazu, Kenji Mizoguchi, Mikio Naruse, Akira Kurosawa, Nagisa Oshima, Shohei Imamura, Takeshi Kitano, Hayao Miyazaki, Shinji Aoyama, Naomi Kawaze, Kyoshi Kurosawa, Mamoru Oshii, Takashi Miike e Masaki Kobayashi.

Tributo agli attori – Adel Iman (Egitto), Jeremy Irons (UK) e Viggo Mortesen (USA) saranno i grandi nomi del cinema internazionale a ricevere un tributo speciale per le loro interpretazioni.

Il Festival onora l’industria cinematografica del Marocco – Il Festival Internazionale del Film di Marrakech rende omaggio per la prima volta a due produttori dell’industria del cinema marocchino, Zakaria Alaoui e Khadija Alami, che hanno avuto un ruolo fondamentale nelle realizzazioni delle grosse produzioni straniere in Marocco. Ma con questo riconoscimento il Festival premia tutti i professionisti dell’industria cinematografica marocchina impegnati nello sviluppo di questo settore dal rilevante potenziale economico. Difatti il Marocco negli ultimi quindici anni è diventato uno dei luoghi privilegiati per gli investimenti delle grandi produzioni straniere, creando introiti, posti di lavoro e formazione delle maestranze locali.

Film d’apertura – Il film che inaugurerà in anteprima la cerimonia d’apertura il 5 dicembre, sarà “The Theory of Everything”, l’incredibile storia dell’astrofisico Stephen Hawkings diretto dal regista James Marsh.

 

Per ulteriori informazioni sul FIFM: www.festivalmarrakech.info

 

 

 

Credits:

Ente Nazionale per il Turismo del Marocco

Via Durini, 5 – 20122 Milano

Tel: 02.58303633

www.visitmorocco.comwww.marrakech.travel

info@turismomarocco.it

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here