Con Le Mongolfiere per superare gli ostacoli della terra e della malattia

0
357

di Edoardo Stucchi

 

 

Si è svolto nei giorni scorsi il primo incontro fra alcuni soci Gist per definire compiti e propositi in merito all’iniziativa umanitaria “Le Mongolfiere dei Sogni”, progetto solidal  che si propone di aiutare a realizzare i sogni di viaggio di ragazzi fragili. Con “Le Mongolfiere dei sogni”, infatti, la rivista Weekend Premium si propone di realizzare i sogni di viaggio di ragazzi con disabilità o con patologie gravi, dando loro la possibilità di diventare Young Reporter descrivendo la loro esperienza sulle pagine del prestigioso Weekend Premium Guide e sulla pagina FB Weekend dreamers.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Gist, il Gruppo italiano di stampa turistica, i cui soci si adopereranno per trovare le soluzioni più adatte per realizzare i sogni di viaggio di queste persone. L’artefice di questa iniziativa è Raffaele d’Argenzio,  direttore di Weekend Premium, che ha chiesto aiuto ai colleghi e soci Gist per rendere questi sogni realizzabili una volta al mese, in base ai desideri delle persone prescelte.

Le Mongolfiere non è soltanto il nome di questa iniziativa, è anche un simbolo per far volare e dare le ali a queste persone sfortunate, che hanno partecipato al concorso indetto da Weekend Premium raccontando il loro sogno, descritto sul sito weekendpremium.it.

I tre finalisti parteciperanno a un weekend da sogno vicino al loro ideale di viaggio. Chi tra i partecipanti ha già realizzato un sogno, ha visitato Barcellona, Lisbona, la Sicilia, Modena e i luoghi della Ferrari, l’Umbria di San Francesco e Bolzano. “Il viaggio è la finestra che può far volare fuori dalla prigione della malattia – ha detto d’Argenzio –  o dalla disabilità. I loro desideri sono stati raccolti, ora tocca noi realizzare il viaggio. Prima sono partiti i vincitori del concorso, poi realizzeremo anche i sogni degli altri ragazzi”.

Tre sono le giurie che hanno scelto i vincitori del concorso. La giuria dei Top manager, composta dall’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini, oltre a Gianluca Andolfi, Damiano De Crescenzo, Claudio De Donatis, Aljosa Ota, Stefano Ravelli, ha scelto il racconto di Luna Wambui,  14 anni, di Malindi, che vive a Busto Arsizio, che vuole gettare una monetina nella fontana di Trevi, per esprimere il desiderio di tornare in Kenya da nonna e amici.

La giuria Web social ha scelto il racconto dei Magnifici 11 , dell’Associazione Costruire il futuro, di Pavia, che vogliono andare tutti insieme a Gabicce. La giuria della stampa, capitanata dalla presidente del Gist , Sabrina Talarico, con i colleghi Ortolano, Pignatelli, Marsano, Martinotti e Fiorini ha scelto il racconto di Martina Zanon, 19 anni, di Predazzo che vuole visitare la Sicilia.

Ora tocca ai giornalisti del Gist che vorranno unirsi al gruppo fondatore per promuovere le iniziative che serviranno a realizzare i sogni dei partecipanti al concorso. Non soltanto i vincitori scelti dalle giurie, ma anche tutti gli altri che hanno gli stessi diritti dei loro compagni di cordata.

Il sasso è stato lanciato, anzi la mongolfiera si sta liberando in cielo per portare in viaggio i sogni di ragazzi e ragazze sfortunate che per la loro disabilità hanno difficoltà a viaggiare. Ma con le mongolfiere si possono superare gli ostacoli della terra e della malattia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here