Cipro, un settembre a tempo di buonissimi … festival!

0
107

Protagonisti: vino e uva, carrube, arance, pane e pasticceria, melograni e la tradizione!

 

Milano, agosto 2019 – Settembre, tempo di doni della terra! E Cipro, isola nota soprattutto per il suo mare spettacolare e per il suo immenso patrimonio storico-archeologico, di regali dalla sua terra ne riceve moltissimi e di eccellente qualità: uva, ortaggi di moltissime varietà, banane, avocado, agrumi, melograni, carrube, fichi, angurie, meloni, mango, papaia, guava, patate… Solo per nominare alcune delle produzioni dei campi dell’isola di Afrodite.

Il merito di questa sua ricchezza è dovuto alla particolarità del territorio, che spazia dalle fasce pianeggianti vicino al mare ai quasi 2000 metri della cima più alta della catena dei monti Troodos, senza tralasciare la mitezza del clima, prezioso fattore per la presenza pressoché costante del sole anche nei mesi più freddi.

Per rendere omaggio alla straordinaria varietà legata al mondo agricolo cipriota, il mese di settembre è animato da moltissimi festival che offrono una bellissima opportunità di unirsi alla popolazione locale in emozionanti momenti di scambio e condivisione.

WINE FESTIVAL LIMASSOL (30 agosto – 8 settembre)

Tra gli appuntamenti più popolati e ricchi di attività figura il Wine Festival di Lemesos (Limassol). Il calendario abbraccia due weekend e quest’anno l’evento va in scena da venerdì 30 agosto a domenica 8 settembre 2019. È forse uno degli appuntamenti che sull’isola vantano un maggior numero di edizioni e nel 2019 festeggia la 58^. Principio ispiratore è la tradizione greca delle celebrazioni dionisiache che coinvolgevano gli abitanti dell’Attica in banchetti in cui gratuitamente ci si dava alle libagioni, partecipando a danze, rappresentazioni teatrali, momenti di musica e di poesia.  Anche a Lemesos tutte le degustazioni sono gratuite – si paga solo un biglietto di ingresso –  e l’evento è un’occasione imperdibile per conoscere le principali realtà vinicole cipriote, ma anche i piccoli produttori che sono sempre più presenti nel panorama internazionale, grazie a un’altissima qualità delle loro etichette. A corollario dell’omaggio al vino, proprio per tener fede alla tradizione, non mancano balli, concerti e altre divertenti attività! Menzione speciale per lo spazio che ospita il festival: i verdeggianti giardini sul lato est della città, vicini al mare.

GRAPE FEASTS – MOONTI TROODOS (1° – 29 settembre)

Uva e vino, ancora protagonisti! Nel mese di settembre, generalmente ogni domenica, i villaggi dove si pratica la viticoltura nella zona dei monti Troodos organizzano differenti eventi dedicati al vino e ad altri prodotti legati all’uva. Nel corso di questi divertenti appuntamenti, i visitatori possono unirsi alla popolazione locale e osservare la realizzazione di palouzes e soutzoukos, dolci particolarissimi la cui base è il mosto d’uva: il primo è paragonabile a un budino, mentre il secondo, che assomiglia nell’aspetto a una sorta di grande collana, richiede una lunga preparazione per rivestire l’anima di frutta secca della “collana” con differenti strati di mosto, misto a zucchero e farina.  Nei giorni dedicati al vino e all’uva, non mancano degustazioni, spettacoli, musica e teatro per un’emozionante rivisitazione delle antiche tradizioni, espressione della vita rurale dell’entroterra cipriota. Da non perdere, insieme ai momenti di festa, una visita ai musei dedicati alla viticoltura e una rigenerante immersione nella natura, esplorando, magari, i sentieri e i percorsi della zona lontani dalle vie più battute.

PASTELLI FESTIVAL: le carrube, oro nero di Cipro – (6 settembre)

E se il vino è il nettare di Dioniso, le carrube sono considerate l’oro nero di Cipro, uno dei principali produttori su scala mondiale. Il legame con questo particolare frutto in passato era talmente forte da imprimerlo addirittura nel nome dell’isola, anticamente chiamata anche Kerasteia, termine che aveva nella sua radice l’antico nome di questa pianta: keratea o xilokeratia. Per celebrare questo legame e la versatilità delle carrube, il 6 settembre, nel borgo rurale di Anogyra, ci si potrà stupire prendendo parte al festival dedicato proprio alle carrube, nel momento in cui è attiva la loro raccolta. Oltre a differenti dimostrazioni interattive della loro lavorazione, si potranno assaggiare nelle loro differenti declinazioni. Lo sciroppo che tradizionalmente veniva ricavato all’aperto, utilizzando un enorme calderone, è un ottimo dolcificante e rende squisito lo yogurt così come la marinatura della carne. Altro utilizzo buonissimo è quello che si fa nei pastelli (a cui, appunto, è dedicato l’evento), i deliziosi croccanti di frutta secca, preparazione caratteristica della cucina cipriota di cui si potranno imparare in diretta i segreti. Da non perdere proprio nel borgo di Anogyra una visita al piccolo, ma interessantissimo museo dedicato proprio alle carrube che custodisce la memoria storica di questa particolare coltura.

FESTIVAL DEL PANE E DELLA PASTICCERIA (8 settembre)

La zona di Galata era disseminata di mulini impiegati per macinare grano e cereali e, anche per questo, la tradizione della panificazione è molto radicata. In memoria del passato, ma anche per valorizzare il presente, ogni anno si dedica proprio a Galata una giornata alla pasticceria secca e alla preparazione del pane. Quest’anno, il festival è in programma per l’8 settembre, data in cui si potrà assistere dal vivo ad alcune dimostrazioni pratiche di queste nobili attività artigianali e si potrà assaporare tutta la fragranza di differenti dolci, grissini, tipi di pane e numerose altre delizie. Molto interessante anche il programma culturale dell’evento e gli spunti di scoperta offerti dai dintorni con le chiese bizantine, presenti di differenti villaggi, e il Folk Art Museum.

FESTIVAL DELLE ARANCE (14 settembre)

In un’isola che si sviluppa nella parte più orientale del Mediterraneo gli agrumi non possono che essere succosi, dolci e di ottima qualità: pompelmi rosa e bianchi, mandarini, limoni, clementine, mandora (frutto caratteristica di Cipro che unisce mandarino e arancio) e, naturalmente, arance di differenti varietà. Proprio loro saranno protagoniste di un evento in programma il 14 settembre nel piccolo villaggio di Miliou. Si potranno assaggiare a spicchi e candite, bere in forma di dolcissime spremute, apprezzare trasformate in composte e marmellate, nonché scoprirne usi insoliti come l’aromatizzazione della birra. Senza dimenticare un classico perfetto in ogni stagione come il liquore cipriota la cui ricetta sembra essere la stessa dal XIII secolo.

FESTIVAL DEL MELOGRANO (20 settembre)

Altra produzione locale alla quale sarà reso omaggio è il melograno. Anche la tradizione di questa coltivazione è antichissima: sull’isola di Cipro sono stati rinvenuti, infatti, alcuni frammenti di buccia carbonizzati, risalenti alla tarda età del bronzo. Sede del festival è il villaggio di Ormidhia che il 20 settembre farà festa in onore di questo frutto speciale e carico di un forte valore simbolico. Ci si potrà divertire tra musica e balli tradizionali con un gran finale suggellato da uno spettacolo pirotecnico.

AGIA NAPA FESTIVAL: va in scena la tradizione (26-29 settembre)

Il mese si chiude in bellezza con uno degli eventi più importanti dell’anno: il Festival di Agia Napa. Anche se non è dedicato a un prodotto agricolo in particolare è fortemente connesso all’identità dell’isola che è intimamente legata anche alle attività rurali. L’evento è, senza dubbio, il più popolare e atteso che si svolge nella località turistica di cipriota, e uno dei più noti dell’isola. La prima edizione ha avuto luogo nel settembre 1985 e da allora la manifestazione ha avuto luogo ogni anno, sempre l’ultima settimana di settembre, al fine di coincidere con la Giornata mondiale del turismo. Quest’anno è in calendario dal 26 al 29 settembre e, come da tradizione, le attività verteranno sulle tradizioni storiche, culturali e agricole di Agia Napa e del resto dell’isola. I visitatori avranno l’opportunità di scoprire usi e costumi locali, la musica tradizionale, l’arte popolare e, soprattutto, di godersi la calda ospitalità cipriota. Il programma include, inoltre, spettacoli teatrali, concerti e danze popolari. Nell’ambito del festival veranno organizzati anche numerosi altri eventi quali mostre di pittura e fotografia incentrati sul passato e sul presente dell’isola, nonché mostre dedicate alla flora e alla fauna cipriote.

 

 

Per informazioni: www.visitcyprus.com

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here