Comunicati Stampa

0 99

Itinerari suggestivi suggeriti da trendsetter locali ed esperienze fuori dal comune a portata di un click

 

Milano, 15 giugno 2017 – I viaggiatori curiosi, sempre alla ricerca di ciò che è raro e che va al di fuori delle esperienze turistiche consuete, ora avranno un nuovo strumento per pianificare le proprie vacanze. Per scoprire che cosa si nasconde sotto la pelle di selezionate città ed esplorare i dintorni degli alberghi indipendenti e di lusso che fanno parte di The Leading Hotels of the World (Leading Hotels) basterà un semplice click.

Si vola a Parigi, Dublino, Londra, New York e Roma (guide già consultabili sul sito della collezione) mentre a breve si potranno preparare le valigie per altre 7 destinazioni.

Questi vademecum vogliono mettere in risalto le attività fuori dal comune che ciascuna città cosmopolita, e non, ha da offrire e raccolgono i suggerimenti di trendsetter locali che ben conoscono il tessuto e i segreti di queste destinazioni. Esplorare Parigi in compagnia del fotografo digitale francese Jean-François Rauzier? Innamorarsi di New York attraverso il palato di Victoria James, una delle sommelier più giovani della Grande Mela? Ora è possibile!

Le pocket digitali, inoltre, portano in vita esperienze esclusive riservate agli ospiti dei Leading Hotels coinvolti, come la magia di un servizio fotografico dello Studio Harcourt durante un soggiorno presso l’Hôtel Barrière Le Fouquet’s Paris (in apertura dopo un’attenta ristrutturazione) o un tour per scoprire gli affreschi meno conosciuti nella Città Eterna organizzato dall’Hotel Majestic Roma.

Scoprire i tesori nascosti a Parigi, Dublino, Londra, New York e Roma esplorando le guide Destination Experiences:

·        Uncommon Paris: dal cinema più all’avanguardia d’Europa situato nell’antico palazzo di un albergo al fiorente trend dei cocktail d’autore nei bar più segreti della città, fino all’Art Concierge che custodisce le chiavi dei più importanti musei della città per una visita ultra personalizzata. Esperienza in un Leading Hotels: gli ospiti de La Reserve Paris, affascinati dal design dell’hotel e appassionati dell’arte della Belle Époque parigina, potranno partecipare a un tour guidato dei mercatini di Saint-Ouen, una delle migliori mete al mondo per l’antiquariato, con l’esperto di vintage e antichità locale Riad Kneife.

·        Uncommon Dublin: dall’Afternoon Tea ispirato ai capolavori irlandesi del XIX e XX secolo passando per le sessioni di yoga sul rooftop privato, affacciato sui tradizionali Docklands, per terminare con le autentiche serate musicali irlandesi e i loro spettacoli notturni gratuiti. Consiglio di un trendsetter locale: i proprietari e co-fondatori della Teeling Whisky Company suggeriscono una sosta al James Fox Cigar & Whisky Store, il più antico negozio di sigari a conduzione familiare del mondo, seguito da una visita al Little Museum di Dublino, che vanta coloratissimi memorabilia e storie della città.

unknown

·        Uncommon London: dal teatro illuminato da sole candele sulle rive del Tamigi, al piccolo libro dell’Head Concierge del The Ritz London fino al sorprendente pop-up bar, suggerito da un noto architetto britannico, per sorseggiare fantastici cocktail ammirando il panorama circostante. Esperienza in un Leading Hotels: al The Milestone Hotel gli ospiti possono imparare l’antica arte del sabrage e unirsi alla “fratellanza della sciabola d’oro”.

unknown-3

·        Uncommon Rome: dai mosaici bizantini meno noti della Capitale al lampadario in stile liberty che dà il benvenuto nel quartiere Coppedè sino al foro della serratura che ti fa toccare la cupola di San Pietro con un dito. Consiglio di un trendsetter locale: la famosa attrice Margherita Buy, interprete della nota mistery guest nel film Viaggio Sola, suggerisce di non perdersi la Domus Aurea per entrare nelle viscere della Roma Antica e capire perché tutti i più grandi artisti, da Michelangelo a Raffaello, venivano in questa villa per attingere idee per i propri dipinti.

unknown-2

 

·        Uncommon New York: dove andare a vedere uno spettacolo di Broadway e a cena secondo un produttore premiato con un Tony Award ma anche scoprire il posto migliore dove sorseggiare un Martini sovrastando il brusio di Times Square fino a carpire i i segreti di un Fireside Butler per organizzare un soggiorno confortevole nella Grande Mela. Esperienza in un Leading Hotels: The Greenwich Hotel a Tribeca è un punto di riferimento per l’arte e il design innovativo. L’hotel organizza tour guidati per conoscere le bellezze conservate al vicino Whitney Museum of American Art e per apprezzare le gallerie d’arte più dinamiche di tutta Chelsea.

Grazie alla pubblicazione delle prossime guide si potranno conoscere presto i segreti di Barcellona, Tokyo, Zurigo, Miami, Brasile, Cina e Caraibi.

www.LHW.com

The Leading Hotels of the World, Ltd. (Leading Hotels)
The Leading Hotels of the World è la più ampia collezione internazionale di alberghi indipendenti di lusso con oltre 375 hotel in più di 75 Paesi. Radicati nelle destinazioni in cui si trovano, gli alberghi rispecchiano l’essenza stessa del posto in cui sorgono. Grazie agli svariati stili architettonici e di design, alle esperienze culturali che si possono vivere e al personale appassionato, la Collezione è la scelta ottimale per un viaggiatore curioso, alla ricerca della prossima avventura. Fondata nel 1928 da un gruppo di albergatori europei influenti e lungimiranti, Leading Hotels si è impegnata per 8 decenni a far vivere esperienze di viaggio straordinariamente autentiche. Gli alberghi ammessi nella Collezione devono soddisfare altissimi standard di qualità e di unicità, creando così un curato portfolio di hotel indipendenti uniti non da ciò che li rende uguali, ma dai dettagli che li differenziano. Leaders Club è il programma di fidelizzazione del gruppo ed estende ai suoi migliori clienti particolari privilegi e attenzioni, garantendo un vero soggiorno personalizzato. Per maggiori informazioni visitate il sito www.LHW.com e seguite i profili ufficiali su facebook www.Facebook.com/LeadingHotels e su instagram @theleadinghotelsofworld.

Contatti per la Stampa:
Carlotta Zuccarelli
PR Manager, Italy
Tel: +39 02 66986131
Email: czuccarelli@lhw.com
Immagini: www.LHW.com/press

0 101

Si avvicina l’evento di agosto (24-27) dedicato quest’anno a Sherlock Holmes. Un viaggio nella fantasia e nelle bellezze del Garda Trentino, per il divertimento di genitori e bambini. Sarà festa grande con spettacoli teatrali, giochi, concerti, laboratori, l’esperienza sensoriale nei villaggi del gusto e i magnifici fuochi d’artificio.

Presentata l’app-gioco dedicata e nominati i vincitori del concorso di illustrazione

 

Anche quest’anno, come da tradizione consolidata, Riva del Garda e il Garda Trentino saluteranno l’estate trasformandosi nel mondo fantastico dedicato a un grande personaggio della letteratura e delle favole. Dal 24 al 27 agosto è in programma Notte di Fiaba, viaggio a tema per grandi e bambini nelle suggestioni di un’opera famosa che trasforma città, montagne, cielo e lago in un ambiente tanto coinvolgente da superare ogni fantasia. Quella in arrivo sarà un’edizione speciale, dedicata a Sherlock Holmes. Il detective creato dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle, promette un’invasione di visitatori (l’anno scorso per Aladino erano stati 85 mila), attesi a Riva da quattro giorni all’insegna del mistero e del divertimento.

Grazie al magnifico scenario e alla collaudata accoglienza di un intero territorio, si annuncia una festa indimenticabile. Le storie, la logica e l’intuito del famoso investigatore, coinvolgeranno tutti i partecipanti in un programma ricchissimo di appuntamenti: spettacoli in strada, laboratori creativi (come quello sui biscotti “Le mani in pasta” presso la Rocca), giochi (come la Escape Room, dedicata alle fasce di età dagli 8 ai 15 anni e dai 15 anni in su), concerti, mercatino del solito e dell’insolito, villaggi enogastronomici e i tradizionali, incredibili fuochi d’artificio sul lago (il 26 agosto, da godere anche con la Crociera Navigarda, partenza alle 21.05 e rientro alle 22.40 circa).

“Il Garda Trentino da tempo è orientato verso l’alta qualità della proposta – sottolinea Marco Benedetti, Presidente di Garda Trentino SpA – e Notte di Fiaba è sicuramente una punta di diamante per il nostro territorio. Il tema e le novità di quest’anno rappresentano un ulteriore passo verso l’eccellenza”.

L’organizzazione dell’evento, a cura del Comitato Manifestazioni Rivane presieduto da Enzo Bassetti, procede a pieno regime da diversi mesi, grazie al coinvolgimento di numerose associazioni locali e nazionali e al fondamentale contributo di 100 volontari. Una task force ben oliata capace di mettere in piedi 120 attività per 160 ore di narrazioni, concerti, giochi, laboratori e spettacoli. Tra i quali l’attesissimo “Viaggio nella fiaba”, esibizione teatrale itinerante per bambini dai 3 anni in su a cura della compagnia Lupus in Fabula, per la quale si prevede il tutto esaurito in ognuna delle 19 repliche in scena nel centro storico di Riva.
Ma Notte di Fiaba 2017 ha già vissuto i suoi primi atti ufficiali, sotto forma di progetti andati a compimento sulla strada dell’evento di fine agosto. Il primo è la realizzazione della App-gioco intitolata “Sherlock Holmes e la realtà aumentata”, sviluppata con la collaborazione dell’azienda informatica “Neo Infinity” per piattaforme Android e Ios. Il progetto è nato dalla sinergia tra Comitato Manifestazioni Rivane e Laba Trentino (Libera accademia di Belle Arti, con sede a Torbole, nell’ex Colonia Pavese). L’affascinante applicazione è stata realizzata da un gruppo di lavoro composto da studenti e docenti dei dipartimenti di Design e Graphic Design & Multimedia. Attraverso un viaggio spazio temporale Sherlock Holmes viene spedito dal malvagio professor Moriarty proprio a Riva del Garda, nell’anno 2017. Per tornare nella Londra del XIX secolo Holmes dovrà seguire le indicazioni che gli ha fornito il suo aiutante Watson. Da qui partirà l’avvincente caccia ai 6 pezzi della macchina del tempo disseminati nei vicoli e nelle piazze del centro storico di Riva. Con l’ausilio dello smartphone e l’utilizzo di mappe, giochi di logica, video e narrazioni, bambini e genitori potranno condurre la loro personale indagine. Il gioco verrà presto reso disponibile per il download, ma sarà fruibile solo a partire dal primo giorno della Notte di Fiaba.

Inoltre anche quest’anno, per la quarta volta, si è tenuto l’Illustration Contest legato all’evento. La giuria di esperti ha scelto di destinare il primo premio a un lavoro di Lorenzo Sangiovanni. Seconda Laura Zani, terzo Vendi Vernic. Le opere premiate e quelle che hanno meritato la menzione speciale saranno esposte ad agosto nella mostra dedicata presso il Mag – Museo Alto Garda. Il vincitore illustrerà anche l’albo edito da Orecchio Acerbo, partner dell’iniziativa, per celebrare la manifestazione.

Nel programma di Notte di Fiaba viene riservata particolare attenzione anche all’enogastronomia, preziosa risorsa del territorio. Previste le serate a tema “Cena con delitto” (cena più spettacolo teatrale nel cortile interno della Rocca, massimo 100 persone, 24 e 25 agosto). Inoltre il grande successo ha spinto gli organizzatori a potenziare gli appuntamenti con il gusto. Confermato il villaggio “Mangiamoci su…” che proporrà in piazza Battisti presso il Brolio otto casette con un’offerta che spazia dalla pasta e dai fritti misti alle pizze e focacce, dal pane speziato di vinacce alle confetture, dalle caramelle ai biscotti. Ribadita anche l’organizzazione di una delle novità più apprezzate del 2016 con l’allestimento del “Food Truck Street” in viale Roma. 12 truck sono stati attentamente selezionati tenendo conto delle eccellenze offerte e dall’originalità della loro piccola “cucina viaggiante”. Saranno presenti una camionetta dei pompieri adibita a birreria artigianale, un airstream anni ’50 con un’attenta selezione di hamburger gourmet, ape car e altre strutture “mobili” nelle quali gustare una serie di prelibatezze: focacce farcite, gnocchi gourmet, bagel veggie, hot dog, arrosticini, centrifughe e tanto altro.
Anche per Notte di Fiaba sono in corso di definizione i pacchetti vacanza: presto saranno disponibili offerte aggiornate da prendere al volo per trascorrere i giorni dell’evento in Garda Trentino nella maniera più soddisfacente e vantaggiosa.

Valeria Zanoni
Cell. 393/0552272
Mail: valeria@tree-ideas.it

0 120

Piatti etnici, fusion, healthy – servito rigorosamente nelle “buddha bowl” – ma anche un ritorno alla carne rossa e, immancabile, la raffinata dolcezza del cioccolato: per gustare fino in fondo il vero sapore della Ville Lumière.

Giugno 2017 – Fucina di tendenze, crogiolo di mode, laboratorio di sperimentazione e scrigno di sapori tradizionali da (ri)scoprire: la Capitale francese è la portavoce dei trend gastronomici più importanti del 2017.
In un mondo sempre più multitasking, anche la ristorazione non ama stare con le mani in mano. Soprattutto a Parigi. Ecco quindi una continua ricerca di contaminazioni culturali, stilistiche e concettuali.
Una delle mode più attuali nella Ville Lumière prevede spazi da vivere che mescolano vari generi, in un concept “due in uno” che rende impossibile annoiarsi. Per gli amanti del ciclismo, l’ideale è Steel Cyclewear & Coffee Shop, caffetteria con annesso negozio in biciclette nel cuore del quartiere Folie-Méricourt, presso la fioreria-bar Peonies è possibile sorseggiare un buon caffè circondati da piante e fiori in un’atmosfera very instagram – il locale è seguitissimo sul social fotografico del momento – mentre la drogheria La Fine Moustache è il luogo ideale dove degustare prodotti gourmand 100% francesi accompagnati da un’ottima selezione vini.

Chi ama sperimentare sapori nuovi e tuffarsi nelle tradizioni più lontane dalla nostra, senza rinunciare a un tocco trendy, dovrà mettere in programma una visita ai quartieri del “world food”, soprattutto nel 9°, 10°, 11° e 13° arrondissement. Qui è possibile banchettare con dürüm, una torta curda cotta al forno e condita con carne macinata, gustare ottime zuppe di pollo al curry e latte di cocco in un ristorante laotiano e trovare il miglior pane naan “condito” della città.
Tra i nomi da mettere in agenda: Street Bangkok Local food, dove street art, urban style e gusto zen danno vita a un locale unico e accattivante, oppure Le Baranaan, bar-caffetteria indiana dove lasciarsi conquistare da un’atmosfera al limite della psichedelia, in perfetto stile Bollywood. Gli amanti dello street-food indiano apprezzeranno anche Naàn il locale perfetto per gustare il tipico pane indiano rivisitato in chiave gourmand con un tocco di formaggio francese. La gastronomia ellenica a Parigi ha invece uno dei suoi migliori portavoce in Gallikà, nel quartiere di Madeleine-Vendôme: qui è possibile scoprire i più autentici sapori greci arricchiti con un tocco di modernità.

La moda del cibo salutare è uno dei trend che si stanno imponendo maggiormente sulla scena gastronomica mondiale. Parigi non è da meno: in città si possono trovare un’infinità di declinazioni, a partire dalle cosiddette “buddha bowl” che vanno per la maggiore nei locali healthy: piatti unici serviti in scodelle uniscono ingredienti freschi, ricette gustose e una mise en place piacevole anche per gli occhi, tanto che i parigini ne vanno matti. Tra i locali più frequentati c’è il So Nat (a pochi passi dalla fermata Notre-Dame-de-Lorette): qui materiali di recupero, tavoli in legno, sedie di formica, piante pendenti dal soffitto e muri grezzi convivono per dare vita a un ambiente suggestivo tra richiami di design vintage e industriale. Nei pressi di Place Vendome si trova invece Uma, dove scoprire i sapori Nikkei: incontro gastronomico tra Cina e Perù, un nuovo tipo di cucina fusion nata a Lima che si sta diffondendo in tutto il mondo. Ottime anche le buddha bowl di Marclee, locale fusion del 9° arrondissement che propone i sapori migliori di tutta l’Asia, tra tradizione e modernità, insieme a vini biodinamici, sake e cocktail.

Parigi sa sempre stupire e, in controtendenza rispetto alla moda “all vegan”, riporta in auge la carne rossa. Affollatissimi i ristoranti dove gustare carne argentina, le steakhouse e i locali dotati di grill e camino per cucinare e arrostire di fronte a clienti. Da provare: Le Beef club, steakhouse d’ispirazione anglosassone che celebra il sapore del manzo scozzese di qualità superiore in tutte le sue varianti. Gli amanti dei locali più rustici apprezzeranno Robert et Louise, affollatissima trattoria tipica nel cuore del Marais dove gustare diverse carni grigliate a legna direttamente sul camino a vista! Sempre nel Marais, chi cerca un’esperienza più trendy apprezzerà invece Beaucoup: ambiente giovane, stile chic-metropolitano e una selezione di duecento etichette tra vini e alcolici.

Dulcis in fundo, menzione d’onore per il cioccolato. Il concetto ormai sembra sdoganato anche da autorevoli studi scientifici: quello fondente fa bene – soprattutto se consumato al mattino – e, contro ogni più funesta aspettativa, sembrerebbe agevolare persino la perdita di peso. Una scusa perfetta per tuffarsi nel delizioso mondo della cioccolateria parigina, indugiando nelle sue sale da tè tra comfort di lusso e atmosfere d’altri tempi. La città è una vera mecca per gli amanti del genere: per tutto l’anno, ma soprattutto durante le principali festività, i Maître Chocolatier competono con creatività per soddisfare il palato dei più golosi e… gli occhi di chi vuole stupirsi, stando anche solo davanti alle vetrine! Da non perdere, a due passi da Place Vendome ci sono il Chocolate Bar Jean-Paul Hévin (tempio di uno dei più grandi Maître Chocolatier al mondo) e la Manufacture Cluizel (storica azienda familiare tra le poche al mondo a lavorare direttamente le fave di cacao e non cioccolato o pasta di cacao acquistati da fornitori esterni). E per non soddisfare solo il palato ma anche la mente, imperdibile una visita a Choco-Story, il Museo del cioccolato di Parigi, dove ripercorrere la storia del cacao e le sue varie trasformazioni.

Per maggiori informazioni sui locali citati:

·    Steel Cyclewear & Coffee Shop 58 rue de la Fontaine au Roi, Paris 11e M° République, facebook.com/steelcyclecoffeeshop
·    Peonies 81 rue du Faubourg Saint-Denis, Paris 10e M°Château d’Eau, www.peonies-paris.com
·    La Fine Moustache 76 boulevard de la Villette, Paris 19e M°Porte de la Villette, www.lafinemoustache.com
·    Street Bangkok Local food 3 rue Eugène Varlin, Paris10eM°Château-Landon, www.streetbangkok.fr
·    Le Baranaan 7 rue du Faubourg Saint-Martin, Paris 10e M° Château d’eau, www.baranaan.com
·    Naàn 59 rue des Petites Écuries, Paris 10e M° Château d’eau, facebook.com/NAAN75010
·    Gallikà 7 rue Godot de Mauroy, Paris 9e M° Madeleine www.gallika.fr
·    So Nat 5 rue Bourdaloue, Paris 9e M°Notre-Dame-de-Lorette, facebook.com/sonatparis9
·    Uma 7 rue du 29 juillet, Paris 1er M°Pyramides, umarestaurant.fr
·    Marclee 10 rue Saulnier, Paris 9e M°Cadet www.marclee.fr
·    Le Beef Club 52 rue Jean-Jacques-Rousseau, Paris 1er M° Louvre-Rivoli, www.eccbeefclub.com/fr
·    Robert et Louise 64 rue Vieille du Temple, Paris 3e M° Saint-Paul, www.robertetlouise.com
·    Beaucoup 7 rue Froissart, Paris 3e M° Saint-Sébastien-Froissart, www.beaucoup-resto.com
·    Chocolate Bar Jean-Paul Hévin 231 rue Saint-Honoré, Paris 1er M° Tuileries 41 rue de Bretagne, Paris 3e M° Arts et métiers 3 rue Vavin, Paris 6e M°Vavin, www.jeanpaulhevin.com
·    Manufacture Cluizel 201 rue Saint-Honoré, Paris 1er M° Tuileries, 2 rue des Rosiers, Paris 4e M°Saint-Paul, 3 rue Tronchet, Paris 8e M° Madeleine, www.cluizel.com
·    Choco-Story Paris Musée du Chocolat 28 Boulevard de Bonne Nouvelle, 75010, www.museeduchocolat.fr

0 109

30 ANNI E NON SENTIRLI:

IL VIVA WYNDHAM DOMINICUS BEACH

FESTEGGIA CON UNA MIRIADE DI NOVITÁ

E PREMIA I SUOI “COETANEI”

 

È il resort più conosciuto della Rep. Dominicana; antesignano dell’all inclusive,

ha sempre saputo innovare. Nel 2017 si presenta con numerose novità.

E per chi compie 30 anni, come lui, fino al 21 dicembre riduzione del 30%.

 

 

Milano, 8 giugno 2017

 

Se pubblichi un’immagine senza specificare a cosa si riferisce e le persone riconoscono luogo e ambiente, significa che sei speciale. Questo accade quando si tratta del Viva Wyndham Dominicus Beach, il resort che ha segnato la nascita della catena alberghiera Viva Wyndham Resorts e che il 9 aprile ha compiuto 30 anni.

È il resort più amato del brand, a livello internazionale. Per continuare a conquistare negli anni la clientela di repeater, ha saputo rinnovarsi e innovare, soprattutto nei servizi offerti. La sua formula all inclusive ha via via compreso sempre più ristoranti di specialità e una gamma di attività sportive e ricreative senza eguali.

Oltre ad offrire tutti gli sport tradizionali – e anche quelli meno tradizionali, come trapezio e paddleboard – negli ultimi mesi sta proponendo attività inedite e coinvolgenti.

Pa Tuan Chin è un allenamento marziale basato su respirazione diaframmatica e utilizzo di otto pezzi di tessuto. Usato dai guerrieri dell’antica Cina, è ottimo per riscaldare i muscoli e sciogliere le articolazioni.

Kiusho è una tecnica di autodifesa basata su una disciplina orientale; esercitando la giusta pressione sui meridiani, mette ko l’avversario (utile contro bullismo o avances sgradite). Può essere praticato anche in modo “pacifico”, ripristinando l’equilibrio energetico.

TRX Suspension Trainer è un originale sistema d’allenamento che sfrutta la gravità e il peso del corpo per eseguire centinaia di combinazioni di esercizi in sospensione. La postazione presente nel resort è assistita da istruttori e sempre molto frequentata.

Swing Stick: a bordo piscina ci si allena con questo bastone oscillante, che migliora la postura e rafforza il tessuto connettivo. Le vibrazioni della barra fanno lavorare su agilità ed equilibrio.

Paddle Fitness consiste nel fare esercizi stando sulle tavole del paddle posizionate in piscina. Anche questa attività è ottima per l’equilibrio.

Diving: il centro immersioni è stato dotato di bombole con miscela Nitrox (meno del 79% di azoto e più del 21% di ossigeno). Immergersi con aria arricchita Nitrox offre tempi più rapidi di decompressione, con maggior tempo a disposizione sott’acqua.

Stand Up Paddle è l’ultima new entry e consiste in una tavola da paddle dotata di sistema a pedali. Sarà strano e divertente questo modo di vivere il mare.

viva-resorts-attivita

 

 

ALTRE NOVITÁ PER I 30 ANNI

Nel 2017 il resort ha aggiunto l’11° ristorante, Palito de Coco, con menu dominicani. Per cene vicine alla laguna degustando le specialità dell’isola.

Per i bambini ha introdotto le bolas giganti, enormi bolle trasparenti dentro cui si accovacciano mentre altri bambini li fanno rotolare sulla spiaggia.

Il folto staff di animazione ha creato una nuova produzione, Première: lo show ha atmosfere da Cirque du Soleil, ritmi swing, arrangiamenti inediti di sonorità commerciali e un medley dei musical più amati.

 


REGALI CHE ARRIVANO, REGALI CHE SI FANNO
Il Giardino Botanico di Santo Domingo ha donato una pianta per ogni giorno di vita del Viva Wyndham Dominicus Beach (9 aprile 1987-9 aprile 2017). Sono 10.950… lo staff le sta piantando nell’area del Parque Nacional del Este.

Viva Wyndham Dominicus Beach vuole festeggiare con coloro che nel 2017 compiono, come lui, 30 anni: prenotando direttamente dal sito www.vivaresorts.com soggiorni entro il 21 dicembre, si ha diritto a una riduzione del 30% su qualsiasi sistemazione disponibile.

Il Viva Wyndham Dominicus Beach è raggiungibile da tre aeroporti internazionali: La Romana dista 20 minuti, Punta Cana 45 minuti e Las Americas un’ora e tre quarti.

È aperto tutto l’anno e commercializzato da vari tour operator italiani, che propongono a quote convenienti pacchetti con voli, trasferimenti e soggiorni in formula all inclusive.

 

 

www.vivaresorts.com

Per informazioni alla stampa:

Sara Ferdeghini

Ferdeghini Comunicazione Srl

sara@ferdeghinicomunicazione.it

Cell:3357488592

 

———————————————————————————————————————

VIVA RESORTS: È un gruppo imprenditoriale con 30 anni di esperienza nello sviluppo, gestione e commercializzazione di prodotti alberghieri nei Caraibi, in particolare in Repubblica Dominicana, Messico e Bahamas. Possiede un portfolio che include la catena alberghiera “all inclusive” Viva Wyndham Resorts con proprietà in Repubblica Dominicana, Messico e Bahamas e la linea di resort all inclusive solo per adulti V Collection in Repubblica Dominicana.

 

0 69

Dal 10 giugno, ogni sabato, i crocieristi dell’ammiraglia Costa Diadema arriveranno a Torino grazie a nuove escursioni organizzate da Costa Crociere, Città di Torino e Turismo Torino e Provincia

 

 

Torino, 8 giugno 2017Costa Crociere (www.costacrociere.it) e la Città di Torino annunciano una grande novità per l’estate 2017: tour alla scoperta di Torino dedicati ai passeggeri di Costa Diadema, nave ammiraglia della compagnia italiana.

L’iniziativa, realizzata grazie alla collaborazione operativa di Turismo Torino e Provincia, partirà sabato 10 giugno e proseguirà per tutto il 2017. Ogni sabato i passeggeri di Costa Diadema, che faranno scalo a Savona nel corso delle crociere di una settimana nel Mediterraneo, avranno la possibilità di raggiungere Torino e visitare in giornata quattro attrazioni turistiche della città a loro scelta: Museo Egizio, Museo Nazionale del Cinema, Venaria Reale o il J-Museum. I tour proseguiranno nel centro storico, con tempo libero a disposizione per dedicarsi allo shopping o godersi i tipici caffè e ristoranti torinesi, per poi fare rientro a Savona.

Siamo orgogliosi di poter proporre la visita di Torino agli ospiti della nostra ammiraglia Costa Diadema” – ha dichiarato Giuseppe Carino, VP Guest Experience and Onboard Sales di Costa Crociere – “Questi nuovi tour sono stati pensati per poter soddisfare interessi diversi in un’unica esperienza, in modo da attrarre il maggior numero di persone. Inoltre rappresentano un’ottima opportunità di promozione turistica per la città, considerato che molti passeggeri di Costa Diadema provengono dall’estero, Francia e Spagna in particolare”.

Quando si citano Torino e Savona insieme, nell’immaginario comune, si pensa subito a un percorso a senso unico, all’autostrada che tanti torinesi percorrono in direzione del mare. E’ quindi con grandissimo piacere – e un pizzico di orgoglio sabaudo – che accolgo la “Savona-Torino”, un percorso in senso inverso - sottolinea la Sindaca Chiara Appendino-. Un pacchetto turistico grazie al quale i passeggeri della Costa Diadema che attraccano nel porto ligure, potranno godersi le straordinarie bellezze turistiche di Torino, prima di salpare per la loro prossima meta. Un’iniziativa nata dalla collaborazione tra Costa Crociere e Turismo Torino e Provincia, che darà la possibilità di raggiungere Torino in giornata e visitare una delle nostre eccellenze turistiche quali il Museo Egizio, il Museo del Cinema, la Venaria Reale o il J-Museum, e lasciare ancora un po’ di tempo per una passeggiata nel centro della città, tra shopping e i caffè storici. Certo non basteranno poche ore per poter dire di “aver visto Torino” – aggiunge la Sindaca- , ma serviranno a stuzzicare la curiosità, al punto tale da invogliare tanti turisti a tornare per godersi appieno l’esperienza Torino”.

I nuovi tour a Torino daranno la possibilità di scegliere tra quattro diverse alternative. Gli amanti dell’arte e dell’architettura potranno visitare il complesso della Reggia di Venaria Reale, per un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, fino all’epoca del Duca Carlo Emanuele II che fece costruire questa grandiosa residenza per le sue battute di caccia. Gli Ospiti appassionati di cinema potranno scegliere invece un’escursione che unisce bellezza artistica e cultura cinefila, visitando il Museo Nazionale del Cinema, sito all’interno della Mole Antonelliana, autentico simbolo della città.

Nella sua proposta di escursioni Costa Crociere include anche una tappa da sempre imperdibile per chi visita Torino: il Museo Egizio, uno dei più antichi al mondo nel suo genere, con la sua collezione di oltre 5.000 reperti, la seconda più ampia tra quelle esistenti. Infine, per gli appassionati di sport c’è il J-Museum, museo sportivo tra i più tecnologici al mondo, dedicato alla storia della squadra bianconera e del calcio italiano.

Al termine di queste quattro diverse visite, i crocieristi di Costa Diadema si ritroveranno in Piazza Castello, da dove partirà un “walking tour” guidato del centro storico, durante il quale potranno ammirare le piazze e i palazzi che conferiscono a Torino il suo fascino unico al mondo.

Il programma prevede anche tempo libero a disposizione dei crocieristi per gustare le prelibatezze offerte dai caffè storici e ristoranti della città, ad un prezzo convenzionato, come il famoso “bicerin”.

Agli ospiti Costa che avranno acquistato l’escursione a Torino verrà consegnata una mappa realizzata da Turismo Torino e Provincia che riporta le ubicazioni dei musei, dei caffè storici e dei ristoranti aderenti all’iniziativa e informazioni sulla Torino+Piemonte Card.

Le visite al Museo Egizio, Museo Nazionale del Cinema, Venaria Reale e J-Museum saranno realizzate grazie alla collaborazione dei 150 volontari del progetto di volontariato civico, turistico – culturale “Torino&You” della Città di Torino, che accoglieranno i crocieristi in arrivo da Costa Diadema.

Come sottolinea Maurizio Montagnese, Presidente di Turismo Torino e Provincia “Sin da subito ci siamo messi all’opera nel proporre attrattive in grado di suscitare l’interesse dei crocieristi organizzando le visite in città; crediamo che questa iniziativa possa essere un’ulteriore e prestigiosa opportunità per far conoscere la città ai turisti stranieri, in particolare francesi e spagnoli che si confermano essere i nostri più affezionati visitatori”.

Per la buona riuscita dell’intera operazione, Costa Crociere mette a disposizione tutti i propri canali di comunicazione per promuovere la destinazione; a tale proposito ha appositamente realizzato un video sulla destinazione con il contributo di Turismo Torino e Provincia e dei musei aderenti. Tale video verrà trasmesso a bordo della nave Costa Diadema e sarà visibile sul sito della compagnia nella sezione dedicata alle escursioni della Costa Diadema.

Le escursioni verranno inoltre inserite nel Costa Club Magazine, il magazine dedicato agli ospiti più fedeli di Costa Crociere, nonché sul relativo sito e newsletter.

 

Si ringrazia per la collaborazione:

Caffè Storici

Caffè Elena – Caffè Reale – Caffè San Carlo – Gelateria Pepino dal 1884 – Torrefazione Moderna

Ristoranti

Antica Bruschetteria Pautasso –Antico Balon – Caffè Baratti&Milano – Doppiozero – La Campana – La Maison de Marie – La Pergola Rosa – La Piola del forno – Le Fanfaron Bistrot – Le Vitel Etonné – Mbun SlowFastfood Corso Siccardi e via Rattazzi

 

 

 

 

 

 

0 100
  • Millennial italiani disposti a volare migliaia di chilometri per partecipare a un concerto o a un evento musicale;
  • Per tutti gli amanti delle destinazioni musicali, Volagratis.com e Spotify hanno realizzato il progetto #MusicMakesYouTravel;
  • 6 artisti di fama internazionale racconteranno 10 città in musica, a partire da Londra, Amsterdam, Berlino e New York

 

Milano, 6 giugno 2017 – Che viaggio sarebbe senza musica? Dalle prime gite scolastiche alle vacanze estive con le amiche/amici, passando attraverso le romantiche escursioni di coppia, la musica è da sempre la migliore compagna di viaggio, capace di scandire i momenti salienti di una vacanza, rendendoli indimenticabili.

Ma non solo! Secondo un’indagine* condotta da Volagratis.com, la musica non soltanto innesca la voglia di viaggiare, ma è anche capace di influenzare le scelte sulle destinazioni. Gli italiani che dichiarano infatti di sentirsi ispirati a viaggiare da una canzone o da un video musicale sono il 78%, secondi in Europa soltanto agli spagnoli (82%) e davanti ai francesi con il 75%. Inoltre, il 50% del campione intervistato sarebbe pronto a fare la valigia per visitare un luogo storico legato alla musica o per assistere a un famoso spettacolo musicale, con i millenial che tra gli italiani sono il gruppo più propenso a percorrere lunghe distanze per dare sfogo alle proprie passioni legate alla musica. Il 18% dei giovani adulti tra i 25 e i 34 anni infatti sarebbe disposto a viaggiare oltre i 2000 km per partecipare a festival, eventi musicali e concerti.

La ricerca è stata realizzata in occasione della campagna #MusicMakesYouTravel, un progetto di Volagratis in partnership con Spotify che propone destinazioni di viaggio in base alle preferenze musicali degli utenti. Nel sito dedicato, #MusicMakesYouTravel, è possibile trovare playlist e mappe musicali interattive con i principali punti di interesse musicale per 10 città al mondo, realizzate con la collaborazione di sei artisti di fama internazionale che, uno per ogni mese, racconteranno le città in musica. Per esempio, il cantante, DJ e produttore Jax Jones, ha elaborato i consigli musicali su 15 zone di Londra, una delle prime città in cui #MusicMakesYouTravel, è approdato, con Amsterdam, New York e Berlino. A queste nelle prossime settimane si andranno ad aggiungere Budapest (14 giugno), Ibiza (luglio), Croazia (agosto), Malta (settembre), Parigi (ottobre) e l’Havana / Las Vegas (novembre / dicembre).

A tutti coloro che non hanno ancora scelto la meta per le proprie vacanze estive, non resta che visitare #MusicMakesYouTravel e… lasciarsi ispirare!

 

vg_map

***

Per ulteriori informazioni

Bianca Geddes t. 0263116 250 bianca.geddes@pr21.com

A proposito del sondaggio:

Il sondaggio è stato condotto da OnePoll per conto di Volagratis.com e lastminute.cm group tra 6.000 individui (2.000 in Gran Bretagna, 2.000 in Francia, 2.000 in Spagna, e 2.000 in Italia) tra il 7 e il 19 aprile 2017.

A proposito di  Volagratis.com

Lanciato in Italia nel 2004, Volagratis è stato il pioniere dei motori di ricerca per voli. Oggi il sito propone un’ampia offerta integrata che comprende voli di compagnie aeree tradizionali e low cost, soggiorni in hotel, pacchetti vacanze, crociere, servizi di auto a noleggio e altri prodotti e servizi legati ai viaggi e al tempo libero. I clienti possono ricercare, comparare e prenotare rapidamente le offerte più convenienti sfruttando al meglio il proprio budget e usufruendo di un servizio di ottimo livello. Volagratis è parte di lastminute.com group, una travel company con l’obiettivo di ispirare e arricchire la vita dei propri clienti, leader nel settore dei viaggi online e del tempo libero a livello mondiale. Il Gruppo opera attraverso un portafoglio di brand noti come lastminute.com, Bravofly, Rumbo, Volagratis e Jetcost.

volagratis

Social Media

Facebook

Twitter

Google+

YouTube

#MusicMakesYouTravel

http://music.volagratis.com

 

L’indagine* è stata condotta da ESOMAR di www.OnePoll.com per Lastminute Group su un campione di 8000 persone che hanno viaggiato all’estero con un campione di 2000 persone per ciascun paese: Francia, Italia, Regno Unito e Spagna.

0 103

Borghi arroccati sulle montagne come nidi d’aquila a picco sul mare turchese, baie di sabbia dorate dominate da montagne che raggiungono anche i 2.000 metri, una vivace vita notturna, ristoranti e locali alla moda e tanto divertimento su misura di famiglie o coppie. Questo e molto altro è quanto offre una vacanza in Corsica.

Un tour on the road è il modo migliore per scoprire l’isola di Napoleone, percorrendo strade panoramiche che si inerpicano sulle vette, avvolte da rocce e dalla natura selvaggia, che regalano scorci da capogiro.

Sardinia 360, tour operator specializzato in vacanze in Sardegna e Corsica, consiglia un itinerario che da Ile Rousse, famosa per il suo porto e il mercato coperto, conduce a ovest verso Algajola con la sua cittadella fortificata a picco sul mare, un’ampia terrazza e il castello, per poi raggiungere Calvì.

Calvì, con il suo porto turistico e commerciale, e con la sua storica cittadella arroccata in cima al promontorio, ricca di fascino e di monumenti di pregio, è senza dubbio una delle destinazioni da non perdere durante un viaggio in Corsica.

L’itinerario si spinge poi verso sud fino a Porto, caratterizzato per la magnificenza delle falesie e delle sue formazioni rocciose e per le riserve naturali che gli hanno concesso di ottenere il patrocinio Unesco dal 2006, per poi proseguire verso Propriano percorrendo uno dei tratti più spettacolari della costa per poi dirigersi verso est in direzione Porto Vecchio, che con le sue spiagge ampie e sabbiose e i locali alla moda riesce a stupire anche i viaggiatori più esigenti.

Risalendo verso nord est si giunge a Solenzara che per la sua ubicazione tra mare e montagna unisce il piacere di una passeggiata lungo sentieri ombreggiati a tuffi in acque limpide. L’itinerario termina con una sosta a Borgo che, come Solenzara, custodisce ampie spiagge sabbiose, vette da raggiungere percorrendo innumerevoli sentieri e monumenti di interesse storico tutti da scoprire.

 

SPECIALE GIUGNO IN CORSICA CON SARDINIA 360

Per le partenze di giugno e luglio, quote a partire da 510 €, per persona a notte, con sistemazione in hotel categoria 3* e trattamento di solo pernottamento.

Nave con passaggio ponte e tratta diurna dai porti di Genova – Livorno e Savona per 2 persone, più auto, con prezzi a partire da 155€.

 corsica-porto-vecchio-palombaggia-5

 

Per informazioni al pubblico:

www.sardinia360.it

 

Per informazioni alla stampa:

Veronica Cappennani

cappennani@ferdeghinicomunicazione.it, cell: 333.8896148

Sara Ferdeghini

sara@ferdeghinicomunicazione.it, cell: 335.7488592

Ferdeghini Comunicazione Srl

 

0 128

L’elegante Vivosa Apulia Resort, eco-resort 4 stelle affacciato sulle acque cristalline del mar Jonio a Marina di Ugento, tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, invita gli ospiti a respirare l’aria della vacanza nella magica Puglia, in un contesto naturale. Qui i concerti delle cicale, lo sciabordio delle onde e il vento tra gli alberi, sono la colonna sonora che accompagna gli ospiti durante la vacanza. Tra i punti di forza c’è anche la formula all inclusive, che permette di vivere una vacanza senza stress. La raffinata struttura si trova all’interno di una grande area protetta, circondata da una meravigliosa pineta, un parco naturale dove fare jogging o riposarsi sulle amache. La spiaggia privata, con lettini e ombrelloni, si trova a circa 500 metri dalla struttura. Una piacevole passeggiata attraverso la pineta conduce gli ospiti in spiaggia.

Molto apprezzate sono le scenografiche piscine, disposte su vari livelli, per grandi e piccini. Tra queste c’è una vasca riscaldata con lettini idromassaggio, cascate d’acqua, sdraio, ombrelloni e comodi lettini. Ogni ospite può trovare l’angolo giusto per il relax.

LA SPA

I percorsi benessere guidati e la grande SPA di 800 mq, ideale per rilassarsi sono la cornice ideale per rimettersi in forma: qui i profumi e i colori del Salento donano alla vacanza un sapore mistico e rilassante, come in una favola in cui abbandonarsi.

Si tratta di una vera e propria oasi naturale, la cui filosofia è utilizzare i più pregiati prodotti del territorio per regalare un piacere assoluto e spaziare nella scelta di prodotti biologici a base di olio rigorosamente proveniente dei tradizionali vini e vitigni pugliesi Primitivo e Negramaro. Trattamenti per donare alla pelle idratazione e freschezza unici e difficilmente riproducibili altrove.

L’offerta della SPA comprende un’area interna con biosauna, sauna finlandese, hammam, docce emozionali, cromo-aromaterapia ed un’ampia area relax dove si può riposare tra un trattamento e l’altro sorseggiando tisane biologiche tonificanti, mentre all’aperto le varie funzioni idromassaggio della piscina esterna riscaldata aspettano gli ospiti che possono riposarsi sui confortevoli lettini relax in un percorso benessere per aiutare a ritrovare il proprio balance interiore, compromesso dalla stressante vita cittadina.

image001

TRATTAMENTI BENESSERE

Il personale esperto e qualificato è a disposizione dei clienti per trattamenti viso e corpo nelle moderne cabine beauty che sono dei veri e propri angoli di benessere dove lasciarsi andare nelle mani esperte dei nostri operatori.

Una delle novità più richieste è il Lifting gym®, un trattamento / allenamento che sfrutta semplici movimenti di contrazione, rilascio e stretching muscolare per donare sostegno alla pelle del viso, stimolare il drenaggio dei gonfiori e migliorare la luminosità e l’aspetto del volto, accrescendone il fascino e ritardando i segni del tempo. Un trattamento per lungo tempo custodito e riservato per ballerine, attrici e cantanti dei teatri più famosi del mondo, dal Moulin Rouge di Parigi all’Opera Bolshoi di Mosca. In gruppo, all’aria aperta, insieme al trainer, si prova questa ginnastica facciale: da imparare per poi continuare a praticarla anche una volta rientrati a casa. Consapevolezza e concentrazione sono ingredienti importanti per questo totale rilassamento e per la ricerca del benessere continuo: in piccoli gruppi, alla Spa, in pineta o adagiati sui prati all’ombra degli ulivi, le trainers conducono alla scoperta dei giusti movimenti per perpetuare il rilassamento facciale a lungo.

Un’altra novità è il Tibetan Sound Massage, una pratica che si ispira al Ku Nye, una tradizione antica di quasi 4 mila anni rielaborata sotto forma di un massaggio-rituale agli olii essenziali, accompagnato dal suono vibrante delle campane del Tibet che favoriscono la meditazione ed eliminano ogni fonte di stress e tensione. Il Tibetan sound massage favorisce l’incremento della vitalità, allontana le tensioni psicofisiche, contribuisce all’eliminazione delle tossine immagazzinate nel corpo, riduce e allevia vari tipi di dolori articolari e muscolari, riduce ansietà e difficoltà a prendere sonno.

Il Tranquillity Aromatic Spa Ritual è un massaggio che elimina lo stress e le tensioni, sfruttando il potere magico dell’aromaterapia degli oli essenziali e la sua versione deluxe aggiunge un lavaggio corpo con pulizia e maschera viso in un rituale in grado di generare emozioni.

Il LomiLomiNui, il “massaggio dell’anima”, di origine hawaiana ha il compito di rilassare e tonificare, una tecnica che arriva da lontano ed è ormai un classico toccasana per rimettersi in forma lasciandosi trattare dalle sapienti ed esperte mani degli operatori del Vivosa Apulia Resort.

Anche gli sportivi trovano il massaggio più adatto a loro: il Surf & Turf si occupa della muscolatura affaticata aiutando gli esercizi fisici sportivi a donare tono e benessere duraturo

Le cabine per i trattamenti olistici si occupano dei 7 chakra: 7 stanze piene di energia nelle quali sperimentare i differenti colori e profumi nella magia di un’avventura sensoriale che è possibile fare anche in coppia in una culla di galleggiamento dove isolarsi e ritrovare il proprio benessere psico-fisico.

È proprio in questa culla, luogo privilegiato di benessere, che si sperimenta il rituale “Sixth Sense Experience”: con gli occhi bendati ci si lascia andare al ritmo delle oscillazioni senza peso che cullano il corpo producendo un effetto mistico sulla mente, tra lievi note di suoni naturali, spesso sconosciuti, l’udito si affina e focalizza la concentrazione immergendo in una dimensione ovattata che solo l’acqua sa donare, in pieno relax. Olii, profumi, calore corporeo, tempo, riposo, ogni senso è stimolato e ogni cosa viene percepita in modo totalmente nuovo.

 

 

 

www.vivosaresort.com

Via Vicinale Fontanelle

73059 Marina di Ugento (LE)
T 0833 931 002
Email: info@vivosaresort.com

 

 

 

0 137

Ha preso il via il ciclo di attività che caratterizzeranno “Tolmezzo Città Alpina dell’Anno 2017”, riconoscimento che ogni anno viene conferito alle città dello spazio alpino che si distinguono per lo sviluppo sostenibile e per l’impegno nell’attuazione della Convenzione delle Alpi, trattato internazionale sottoscritto nel 1991 dagli otto Paesi alpini (Austria, Francia, Germania, Italia, Liechtenstein, Principato di Monaco, Slovenia e Svizzera nonché dalla Comunità Europea) che ha come obiettivo una politica comune per tutto l’arco alpino. La città carnica ha ricevuto il testimone lo scorso 28 aprile dalla slovena Tolmino, Città Alpina per il 2016, ma prima ancora altre rinomate località alpine come Chamonix (CH), Annency (F) e Maribor (SLO) hanno potuto fregiarsi del riconoscimento.

Per l’anno in cui è detentrice del titolo, Tolmezzo ha predisposto un programma di interventi e di manifestazioni che si dipana principalmente in quattro direzioni (ambiente, cultura, sport ed enogastronomia) con importanti implicazioni turistiche.

 

Ambiente

La principale sfida in campo ambientale è la riqualificazione di un importante spazio urbano come Palazzo Linussio, dismesso come caserma Cantore, per il quale è previsto un futuro con finalità culturali, produttive o turistiche.

Un secondo ambito riguarda la riqualificazione di una zona del Fiume Tagliamento, attualmente oggetto di degrado. Il progetto è denominato Golena Blu e coinvolge studenti di tutta la regione in una sorta di laboratorio all’aria aperta.

Ancora gli studenti sono coinvolti nel progetto Scuola in quota che mira a garantire un futuro all’amore per la montagna. Scolaresche di pianura e di città andranno a lezione in malghe e rifugi con guide naturalistiche. L’obiettivo è creare nuovi ambasciatori della montagna.

Al centro di Tolmezzo Città Alpina dell’Anno 2017 c’è anche un grande lavoro di manutenzione e di sistemazione della segnaletica dei sentieri alpini, una rete che sarà mappata capillarmente e costituirà la base per la pubblicazione di un libro-guida fondamentale per la pratica del trekking.

Intanto, il 4 giugno, la cittadina carnica ospiterà Tolmezzo Campo Base – Rifugi in Città che vedrà riuniti i gestori di rifugio di Assorifugi: un’occasione per collegare idealmente e concretamente fondovalle e quota. Una primissima edizione che, oltre a lanciare la novità del primo timbro del Girarifugi in un luogo che vuol essere appunto “campo base” per raggiungere altre mete (i rifugi alpini per l’appunto), avrà anche l’onore di ospitare Nives Meroi e Romano Benet di ritorno dalla loro ultima impresa: sono infatti la prima coppia ad aver scalato insieme tutti gli “ottomila”, le 14 montagne più alte al mondo.

Cultura

Il programma culturale prevede nuovi allestimenti al Museo Carnico delle Arti Popolari “Michele Gortani” di Tolmezzo, per valorizzare l’ampia collezione etnografica esposta, chiave d’accesso per comprendere la Carnia. Frattanto ha preso il via e durerà fino al 22 giugno Cattedre Ambulanti, ciclo di otto appuntamenti in vari comuni della Carnia per approfondire la conoscenza su orsi, piante officinali, biodiversità, coltivazione di piccoli frutti.

Ad ottobre è la volta di Leggimontagna il Premio di letteratura di montagna istituito nel 2002 dall’Asca, associazione che coinvolge diverse realtà culturali della Carnia, e che per il 2017 ospiterà lo scrittore Erri de Luca. I primi giorni di dicembre sarà la volta del Premio Cortomontagna, una sezione di Leggimontagna dedicata esclusivamente ai cortometraggi, che ha come tema “ Montagna dal vivo” e mira alla creazione di un video che esprima e racconti come l’autore vive e interagisce con l’ambiente montano, dal punto di vista che più lo rappresenta; in questo caso l’ospite d’eccezione sarà il direttore della fotografia Dante Spinotti, nativo di Tolmezzo.

 

Sport

In attesa dei campionati del mondo di deltaplano, che Tolmezzo ospiterà nel 2019, in ambito sportivo si segnala la Carnia Classic, nel nome del gemellaggio tra Monte Zoncolan e Monte Fuji, preceduta da otto giorni di eventi e gare, dal podismo alla mountain bike.

 

Enogastronomia

Tutte le iniziative di Tolmezzo Città Alpina dell’Anno 2017 si intrecciano con feste, sagre ed eventi ormai consolidati da anni nel palinsesto delle manifestazioni carniche e che quest’anno assumeranno una valenza internazionale, come Gusto Carnia, che dal 26 maggio al 26 settembre in 6 incontri vedrà impegnati i cuochi delle città alpine estere, per scambi di sapori e tecniche di cucina. Il Filo dei Sapori delle Alpi è la mostra mercato dei prodotti di qualità della Carnia, che ospiterà per la prima volta anche quelli delle città alpine straniere, con l’obiettivo di diventare un mini Expo dell’agroalimentare di montagna.

E ancora la Festa della Mela a settembre, il 12 agosto la camminata Tolmezzo-Monte Coglians, vetta più alta della regione, mentre il 19 agosto il Concerto delle Alpi porterà a Tolmezzo la prestigiosa Gustav Mahler Jugendorchester.

 

Il titolo di Città alpina dell’anno viene assegnato annualmente dall’Assemblea dei soci dell’associazione omonima. Tutte le città comprese all’interno del perimetro della Convenzione delle Alpi possono candidarsi al titolo. Durante l’anno della Città alpina vengono organizzate almeno tre manifestazioni internazionali e realizzati due progetti sostenibili.

La Convenzione delle Alpi è un trattato internazionale sottoscritto nel 1991 dagli otto Paesi alpini: Austria, Francia, Germania, Italia, Liechtenstein, Principato di Monaco, Slovenia e Svizzera nonché dalla Comunità Europea. Ha l’obiettivo di garantire una politica comune per l’arco alpino e un coordinamento internazionale degli interventi in un territorio complesso dove i confini sono determinati da fattori naturali, economici e culturali che raramente coincidono con le frontiere degli Stati nazionali.

 

Capoluogo storico della Carnia, Tolmezzo è situata nella media valle del fiume Tagliamento. Vanta importanti vestigia storiche risalenti fino all’epoca del Patriarcato di Aquileia. Un tempo città fortificata, presenta un centro storico che conserva le tracce dell’impianto urbano quattrocentesco con palazzi e vie porticate, dal quale si può raggiungere con una passeggiata di mezz’ora la Torre Picotta, eretta nel Quattrocento in posizione elevata per far fronte alle invasioni dei Turchi. Del sistema difensivo medievale faceva parte anche il Castello patriarcale di cui restano poche tracce visibili sul pianoro soprastante la cittadina, chiamato proprio Pracastello, dal quale si gode un panorama che spazia dalle Alpi Carniche e fino alle Dolomiti Friulane.

Tra i siti più rilevanti il settecentesco Duomo di San Martino e il Museo carnico delle Arti e Tradizioni popolari, uno dei più importanti musei etnografici dell’arco alpino, dove sono ricostruite intere stanze provenienti da abitazioni private e sono raccolti centinaia di oggetti, mobili, attrezzi da lavoro risalenti fino al Settecento, quando la Carnia era uno dei maggiori centri di produzione tessile d’Europa grazie soprattutto a Jacopo Linussio, il celebre imprenditore che riuscì a dare vita a tre importanti stabilimenti tessili in Carnia. La sua esperienza è considerata straordinaria per l’epoca, non solo per il numero di persone impiegate, che superava le 30.000, ma anche per le capacità innovative sia nella produzione sia nell’organizzazione del lavoro. La storia mette in luce proprio alcuni aspetti della produzione di tessuti molto simili a quello che noi oggi conosciamo come “jeans”.

La storia di Tolmezzo è inoltre fortemente intrecciata con il Corpo degli Alpini, avendo ospitato per oltre un secolo e a più riprese importanti distaccamenti di penne nere, con ricadute significative sul tessuto economico della città.

Meritano una visita i dintorni della cittadina, a cominciare dal borgo di Illegio, situato in una conca circondata da una corona di monti di rara bellezza. Nella bella stagione il borgo diventa sede di importanti Mostre d’Arte sacra Internazionale. Recenti scavi archeologici hanno messo in luce il sito paleocristiano di San Paolo (IV-V secolo) – la più antica chiesa rurale d’Italia, fortificazioni di epoca medievale e resti delle dimore dei castellani, oggetto ancora di indagine.

La Pieve di San Floriano, inizio del IX secolo, domina la valle dall’alto ed è raggiungibile seguendo un sentiero tra prati e boschi. Dal centro cittadino si dipartono percorsi escursionistici verso il Monte Strabut, al Rifugio Cimenti – Floreanini, al Monte Amarianutte, all’altopiano di Curiedi.

 

0 199

Il 2018 sarà l’anno internazionale del cibo italiano nel mondo. Lo ha annunciato il Ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini in occasione della presentazione del protocollo d’intesa sottoscritto assieme al presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo all’incontro su “Vacanze tra cibo e cultura con i superfood della nonna”. “Un’azione che genererà conoscenza ed educazione al buon cibo, facendo dei turisti stranieri gli ambasciatori del Made in Italy a tavola italiano nel mondo – ha commentato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo – ma aiuterà anche l’export a raggiungere l’obiettivo di 50 miliardi di euro nel 2020”.

Nell’anno dedicato dall’Onu al turismo sostenibile l’obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare i cittadini e le imprese sulla necessità di valorizzare i caratteri culturali e naturali del territorio, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, sportive, agricole e agrituristiche, creative e dello spettacolo e delle filiere dei prodotti agricoli tradizionali e “tipici” nelle aree di riferimento. In tale ottica il protocollo prevede il coinvolgimento degli imprenditori agricoli le cui strutture sono legate ad attività di ricerca archeologica, con l’intento di promuovere una conoscenza storica delle testimonianze venute in luce e del territorio, individuando d’intesa con i responsabili dello scavo e la competente Soprintendenza archeologica forme adeguate di valorizzazione dei rinvenimenti intervenuti. Oltre a ciò, verrà portata avanti un’attività di monitoraggio e mappatura delle aree agricole di interesse culturale, paesaggistico, storico e archeologico.

L’Italia è l’unico Paese al mondo che può contare su un patrimonio di antiche produzioni agroalimentari tramandate da generazioni in un territorio unico per storia, arte e paesaggio che sono le principali leve di attrazione turistica. Due stranieri su tre considerino la cultura e il cibo la principale motivazione del viaggio in Italia mentre per ben il 54 per cento degli italiani il successo della vacanza dipende dalla combinazione cibo, ambiente e cultura secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’. Il protocollo Coldiretti-Mibact prevede anche l’utilizzo dei prodotti agricoli ed agroalimentari tipici del territorio nell’ambito della ristorazione collettiva gestita direttamente o tramite appalto dal Ministero e dalle articolazioni territoriali. Uno spazio viene dato anche alla realizzazione di percorsi turistici e didattici, compresi itinerari pedonali, ciclabili, equestri, mototuristici, fluviali e ferroviari, appositamente segnalati e pubblicizzati per far conoscere ai turisti italiani e stranieri luoghi ed aree legati a produzioni agroalimentari tipiche e storicamente radicate nella tradizione italiana. In generale, verrà promosso il turismo agroalimentare, per favorire la conoscenza della storia delle produzioni agricole tipiche locali, in stretta connessione con quella del territorio da cui esse traggono le proprie caratteristiche peculiari, sfruttando anche le potenzialità di diffusione della rete di vendita diretta dei prodotti agricoli ed agroalimentari basata sullo sviluppo capillare dei Mercati di Campagna amica promossi dalla Fondazione Campagna Amica.

L’Italia e il suo futuro sono legati alla capacità di tornare a fare l’Italia anche nell’offerta turistica, imboccando intelligentemente la strada di un nuovo modello di sviluppo che trae nutrimento dai punti di forza che sono il proprio patrimonio storico ed artistico, il paesaggio e il proprio cibo”, ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “si tratta di un bene comune per l’intera collettività e di un patrimonio anche culturale che l’Italia può oggi offrire con orgoglio sul palcoscenico mondiale anche grazie alle nuove tecnologie”. Proprio per questo – conclude la Coldiretti – è importante valorizzare in forma integrata i circuiti culturali del Paese con la firma dell’accordo tra Coldiretti e il ministero dei Beni Culturali e del Turismo.

COLDIRETTI – 335 8245417 – 06 4682487 – relazioniesterne@coldiretti.it – www.coldiretti.it

SOCIAL

1,793FansLike
241FollowersFollow

COMUNICATI STAMPA

0 99
Itinerari suggestivi suggeriti da trendsetter locali ed esperienze fuori dal comune a portata di un click   Milano, 15 giugno 2017 - I viaggiatori curiosi, sempre...

News in pillole

0 81
Giugno 2017 - Una vacanza per fermarsi e ritrovarsi: il Badrutt’s Palace Hotel di St. Moritz ripropone, per l’estate 2017, i “7 Days Wellness...

Vita Associativa

0 269
E' in piattaforma Sigef il secondo corso di formazione 2017 organizzato dal Gist "Turismo responsabile in Italia, dai principi alle buone pratiche"  3 luglio dalle...