Authors Posts by Elena

Elena

1247 POSTS 0 COMMENTS

0 82

Giugno 2017 – Una vacanza per fermarsi e ritrovarsi: il Badrutt’s Palace Hotel di St. Moritz ripropone, per l’estate 2017, i “7 Days Wellness Programmes”, che combinano yoga, massaggi, meditazione e training. Tra le sessioni, le attività per corroborare corpo e spirito sono tantissime – dalle camminate in quota al relax in piscina, dalle lezioni private di tennis a un tour in barca a vela sulla Palace Sailing Boat sul lago di St. Moritz. E l’estate è benessere e divertimento insieme. Voglia di forma perfetta, magari ritrovando una taglia in meno? I trattamenti Slimming and Shaping aiutano a rimodellare e tonificare, e la Palace Wellness offre presso il suo ristorante La Diala, tutta l’estate, menù leggeri e salutari. Per chi desidera agire sui contorni del viso, il popolare trattamento Vernix promette luminosità e splendore. Per tutti, i massaggi proposti dalla Palace Wellness regalano relax, tono e distensione.

 

 

PROGRAMMI WELLNESS “7 DAYS”

I magnifici paesaggi dell’Engadina invitano a fermarsi e rinascere, mentre un mix mirato di esercizi, yoga e massaggi aiuta, in sedute giornaliere, a ritrovare il vero equilibrio interiore. Il Badrutt’s Palace Hotel ripropone, per la stagione estiva 2017, i suoi “7 Days Wellness Programmes”, a completamento del soggiorno in hotel. Ognuno dei quattro programmi include sessioni di yoga abbinate a trattamenti diversi, a seconda del programma di preferenza. Chi sceglie Stress Management, ad esempio, seguirà corsi di meditazione e personal training, mentre il percorso Releasing Physical & Emotional Pain è adatto a coloro che vivono tensioni e rigidità che bloccano mente e corpo, su cui lavorare con massaggi energizzanti e un’esperienza Shirodara. Percorsi verso l’equilibrio personale sono anche A journey to self-love, con lezioni di auto-massaggio, e Balancing the Energy Flow, che unisce yoga, meditazione, massaggi energetici e corsi con personal trainer.

I corsi “7 Days Programmes” partono da 1.400 CHF, da aggiungersi alla tariffa di soggiorno presso il Badrutt’s Palace Hotel*

 

 

BODY CARE: SLIMMING AND SHAPING

Per bruciare i tessuti grassi, migliorare la consistenza della pelle e modellare i contorni del corpo, l’Alpeor Slimming Body Wrap utilizza sali alpini, estratti di caffè, guaranà, alghe ed oli essenziali (110 minuti, 365 CHF). Oppure si può scegliere il Body Shape & Detox: ingredienti totalmente organici per dimagrire e disintossicarsi eliminando le tossine – prima con un body wrap che punta sull’aromaterapia, poi con un massaggio detergente, che intensifica l’effetto dimagrante (180 minuti, 550 CHF).

 

PER IL VISO: VERNIX

Il facial Vernix di Recherche Biologique è il trattamento perfetto per la pelle sensibile, sovraesposta e stressata. La formula Vernix tratta i segni dell’invecchiamento causati da stress e sovraesposizione al sole, calmando e rigenerando la pelle, per un risultato dall’effetto rassodante e duraturo. Le rughe risultano attenuate, e i contorni del viso sono rimodellati (50 minuti, 250 CHF).

 

I MASSAGGI: RILASSARE, DRENARE, CURARE

Ad ognuno il suo massaggio: rilassante per chi desidera abbassare i livelli di stress, linfatico per eliminare le tossine e contrastare la ritenzione idrica, o terapeutico per agire sulla muscolatura affaticata – anche dalla pratica sportiva. Il Palace Wellness propone poi massaggi che agiscono sulla qualità del sonno – come la Sleep Therapy, che segue la filosofia Ayurveda ed è condotto su un letto ad acqua con speciali luci corrispondenti ai punti Chakra (50 minuti, 210 CHF), o lo Shiro Abhyanga, che agisce sul cranio con l’aiuto di oli, ed è un aiuto anche per prevenire la caduta dei capelli (20 minuti, 90 CHF).

 

 

 

*7 DAYS WELLNESS PROGRAMMES

 

STRESS MANAGEMENT

4 sessioni di yoga

2 lezioni di meditazione

2 lezioni con training personale

1 massaggio terapeutico

1 Shirodara

1.650 CHF

 

RELISING PHYSICAL & EMOTIONAL PAIN

6 sessioni di yoga

2 massaggi energizzanti

1 Shirodara

1 lezione con training personale

1.700 CHF

 

A JOURNEY TO SELF LOVE

5 sessioni di yoga

2 lezioni di meditazione

1 Shirodara

1 massaggio energizzante

1 lezione di auto-massaggio

1.400 CHF

 

BALANCING THE ENERGY FLOW

5 sessioni di yoga

2 lezioni di meditazione

2 massaggi energizzanti

1 lezione con training personale

1.600 CHF

 

 

Le tariffe per la camera doppia al Badrutt’s Palace Hotel partono da CHF 370* (euro 342) includono dolce omaggio di benvenuto, la prima colazione a buffet, minibar gratuito, wi-fi, movie channels e quotidiano in camera ogni mattina. A partire dalle due notti di soggiorno l’utilizzo degli impianti di risalita del comprensorio è gratuito.

*cambio si riferisce al 15 giugno 2017

 

0 99

Itinerari suggestivi suggeriti da trendsetter locali ed esperienze fuori dal comune a portata di un click

 

Milano, 15 giugno 2017 – I viaggiatori curiosi, sempre alla ricerca di ciò che è raro e che va al di fuori delle esperienze turistiche consuete, ora avranno un nuovo strumento per pianificare le proprie vacanze. Per scoprire che cosa si nasconde sotto la pelle di selezionate città ed esplorare i dintorni degli alberghi indipendenti e di lusso che fanno parte di The Leading Hotels of the World (Leading Hotels) basterà un semplice click.

Si vola a Parigi, Dublino, Londra, New York e Roma (guide già consultabili sul sito della collezione) mentre a breve si potranno preparare le valigie per altre 7 destinazioni.

Questi vademecum vogliono mettere in risalto le attività fuori dal comune che ciascuna città cosmopolita, e non, ha da offrire e raccolgono i suggerimenti di trendsetter locali che ben conoscono il tessuto e i segreti di queste destinazioni. Esplorare Parigi in compagnia del fotografo digitale francese Jean-François Rauzier? Innamorarsi di New York attraverso il palato di Victoria James, una delle sommelier più giovani della Grande Mela? Ora è possibile!

Le pocket digitali, inoltre, portano in vita esperienze esclusive riservate agli ospiti dei Leading Hotels coinvolti, come la magia di un servizio fotografico dello Studio Harcourt durante un soggiorno presso l’Hôtel Barrière Le Fouquet’s Paris (in apertura dopo un’attenta ristrutturazione) o un tour per scoprire gli affreschi meno conosciuti nella Città Eterna organizzato dall’Hotel Majestic Roma.

Scoprire i tesori nascosti a Parigi, Dublino, Londra, New York e Roma esplorando le guide Destination Experiences:

·        Uncommon Paris: dal cinema più all’avanguardia d’Europa situato nell’antico palazzo di un albergo al fiorente trend dei cocktail d’autore nei bar più segreti della città, fino all’Art Concierge che custodisce le chiavi dei più importanti musei della città per una visita ultra personalizzata. Esperienza in un Leading Hotels: gli ospiti de La Reserve Paris, affascinati dal design dell’hotel e appassionati dell’arte della Belle Époque parigina, potranno partecipare a un tour guidato dei mercatini di Saint-Ouen, una delle migliori mete al mondo per l’antiquariato, con l’esperto di vintage e antichità locale Riad Kneife.

·        Uncommon Dublin: dall’Afternoon Tea ispirato ai capolavori irlandesi del XIX e XX secolo passando per le sessioni di yoga sul rooftop privato, affacciato sui tradizionali Docklands, per terminare con le autentiche serate musicali irlandesi e i loro spettacoli notturni gratuiti. Consiglio di un trendsetter locale: i proprietari e co-fondatori della Teeling Whisky Company suggeriscono una sosta al James Fox Cigar & Whisky Store, il più antico negozio di sigari a conduzione familiare del mondo, seguito da una visita al Little Museum di Dublino, che vanta coloratissimi memorabilia e storie della città.

unknown

·        Uncommon London: dal teatro illuminato da sole candele sulle rive del Tamigi, al piccolo libro dell’Head Concierge del The Ritz London fino al sorprendente pop-up bar, suggerito da un noto architetto britannico, per sorseggiare fantastici cocktail ammirando il panorama circostante. Esperienza in un Leading Hotels: al The Milestone Hotel gli ospiti possono imparare l’antica arte del sabrage e unirsi alla “fratellanza della sciabola d’oro”.

unknown-3

·        Uncommon Rome: dai mosaici bizantini meno noti della Capitale al lampadario in stile liberty che dà il benvenuto nel quartiere Coppedè sino al foro della serratura che ti fa toccare la cupola di San Pietro con un dito. Consiglio di un trendsetter locale: la famosa attrice Margherita Buy, interprete della nota mistery guest nel film Viaggio Sola, suggerisce di non perdersi la Domus Aurea per entrare nelle viscere della Roma Antica e capire perché tutti i più grandi artisti, da Michelangelo a Raffaello, venivano in questa villa per attingere idee per i propri dipinti.

unknown-2

 

·        Uncommon New York: dove andare a vedere uno spettacolo di Broadway e a cena secondo un produttore premiato con un Tony Award ma anche scoprire il posto migliore dove sorseggiare un Martini sovrastando il brusio di Times Square fino a carpire i i segreti di un Fireside Butler per organizzare un soggiorno confortevole nella Grande Mela. Esperienza in un Leading Hotels: The Greenwich Hotel a Tribeca è un punto di riferimento per l’arte e il design innovativo. L’hotel organizza tour guidati per conoscere le bellezze conservate al vicino Whitney Museum of American Art e per apprezzare le gallerie d’arte più dinamiche di tutta Chelsea.

Grazie alla pubblicazione delle prossime guide si potranno conoscere presto i segreti di Barcellona, Tokyo, Zurigo, Miami, Brasile, Cina e Caraibi.

www.LHW.com

The Leading Hotels of the World, Ltd. (Leading Hotels)
The Leading Hotels of the World è la più ampia collezione internazionale di alberghi indipendenti di lusso con oltre 375 hotel in più di 75 Paesi. Radicati nelle destinazioni in cui si trovano, gli alberghi rispecchiano l’essenza stessa del posto in cui sorgono. Grazie agli svariati stili architettonici e di design, alle esperienze culturali che si possono vivere e al personale appassionato, la Collezione è la scelta ottimale per un viaggiatore curioso, alla ricerca della prossima avventura. Fondata nel 1928 da un gruppo di albergatori europei influenti e lungimiranti, Leading Hotels si è impegnata per 8 decenni a far vivere esperienze di viaggio straordinariamente autentiche. Gli alberghi ammessi nella Collezione devono soddisfare altissimi standard di qualità e di unicità, creando così un curato portfolio di hotel indipendenti uniti non da ciò che li rende uguali, ma dai dettagli che li differenziano. Leaders Club è il programma di fidelizzazione del gruppo ed estende ai suoi migliori clienti particolari privilegi e attenzioni, garantendo un vero soggiorno personalizzato. Per maggiori informazioni visitate il sito www.LHW.com e seguite i profili ufficiali su facebook www.Facebook.com/LeadingHotels e su instagram @theleadinghotelsofworld.

Contatti per la Stampa:
Carlotta Zuccarelli
PR Manager, Italy
Tel: +39 02 66986131
Email: czuccarelli@lhw.com
Immagini: www.LHW.com/press

0 87

di Clelia Torelli

Diversi gli itinerari che si snodano sotto Siena, Milano, Napoli, Orvieto e Bologna. Percorsi inediti, che si affiancano alle altre meraviglie di queste città

 

Veri e propri microcosmi, identità fatte di arte e architetture nascoste, ideali per chi è alla ricerca, come moderni Virgilio, di nuove emozioni. Sotterranei visitabili, dalle catacombe agli acquedotti e le cisterne, nati in epoche diverse, da quella etrusca a quella dell’antica Roma, dal Medioevo al Rinascimento.

Ne è un esempio Orvieto, città millenaria sospesa tra cielo e terra, che nasconde sotto la rupe un dedalo di oltre 2500 grotte e cunicoli, scavate dagli etruschi per l’approvvigionamento dell’acqua. Dal V al XV secolo gli stessi spazi furono utilizzati come luoghi di lavoro: mulini, concerie e frantoi. Interessanti da vedere nel sottosuolo orvietano sono i colombari: un susseguirsi di sale e corridoi, con circa 20.000 nicchie in cui venivano allevati i piccioni. Per visite guidate: www.orvietounderground.it. L’idea in più è visitare il laboratorio sotterraneo di pozzi e cunicoli etruschi della storica pasticceria Adriano (www.labirintodiadriano.it).

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ difficile immaginarlo ma anche sotto le vie trafficate della Milano che tutti conoscono si nasconde una città segreta, piena di rifugi e cripte che raccontano l’evoluzione della città. Quattro metri sotto piazza Duomo si trovano i resti del Battistero di San Giovanni alle Fonti e l’abside di Santa Tecla, le testimonianze più antiche della cristianità milanese (info: www.duomomilano.it). Sotto il Castello Sforzesco c’è la Strada Coperta della Ghirlanda, una suggestiva opera sotterranea che serviva per difendersi dagli attacchi nemici e garantire una via di fuga (www.milanocastello.it). La città meneghina “di sotto” è fatta anche di rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale e ancora oggi si vedono sui muri di alcune case delle frecce bianche e nere che ne indicavano l’accesso e l’uscita.

Invece nel sottosuolo di Bologna ci sono decine di chilometri di canali sotterranei nei quali scorre l’acqua che un tempo alimentava lavatoi, mulini, cartiere, seterie, tintorie. Sempre nella “pancia bolognese” da non perdere è una visita alla Grotta del Ninfeo di Villa Guastavillani, una stanza ipogea naturale, raro esempio di riproduzione di una grotta marina all’interno di un edificio rinascimentale, secondo la concezione degli antichi romani, che immaginavano questi luoghi abitati dalle ninfe. Per tour guidati: www.amicidelleacque.org. E per rivivere le antiche atmosfere medioevali si cena a lume di candela al Portici Hotel (www.iporticihotel.com). Il suo ristorante si trova nell’ex ghiacciaia di Palazzo Maccaferri, che custodiva le derrate alimentari della Rocca di Galliera, residenza trecentesca del legato pontificio.

Anche Siena dispone di un ardito e funzionale sistema di acquedotti costruiti nel XIII/XV secolo. Ancora oggi l’acqua che sgorga dalle fontane cittadine, come quella di piazza del Campo, è alimentata da questo sistema idrico. I suoi cunicoli, chiamati bottini per la loro forma a botte, si estendono per circa 25 chilometri. Oltre a stalagmiti e stalattiti spesso si trovano interessanti croci incise e statue di terracotta. Alcuni tratti di questo straordinario mondo sotterraneo sono visitabili come i bottini di Fonte Gaia, di Fonte Nuova, di Fonte delle Monache e delle Fonti di Pescaia. Per info: www.comune.siena.it.

Infine per conoscere il cuore pulsante di Napoli, ripercorrendo la storia e la vita quotidiana di epoche passate, si va nelle viscere della terra. Il viaggio inizia da Piazza San Gaetano, dove, scendendo 121 scalini si arriva a 40 metri sotto il livello del mare e si cammina in angusti cunicoli, usati anche durante la seconda guerra mondiale come rifugi antiaerei. Altro sito da vedere è il Teatro Greco Romano a cui si accede da un basso (piccola abitazione di uno o due vani posta al piano terra, con l’accesso diretto sulla strada) in Vico Cinquesanti. Per info: www.napolisotterranea.org. Altra meta interessante nel sottosuolo della città partenopea è il Tunnel Borbonico, un vanto dell’ingegneria civile. Tre i percorsi: con il primo si visitano il ricovero bellico e i bacini dell’acquedotto. Con il secondo, navigando su una zattera all’interno di una galleria, si ammirano due cisterne del ‘500 e del ‘600. Infine per i più arditi c’è il “Percorso Speleo” che consente l’esplorazione dotati di imbragatura, tute, caschi e luci. www.galleriaborbonica.com/it.

Articolo pubblicato su Il Giornale l’11 maggio 2017

0 92

Dal 15 giugno è possibile acquistare i biglietti a una tariffa speciale

 

 

Air Dolomiti, Compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa, dedica una promozione speciale a chi vuole vivere l’esperienza unica dell’Oktoberfest in prima persona e con tutta l’eccellenza che la Compagnia sa regalare a bordo. Come ogni anno, infatti, anche nel 2017 la città di Monaco e tutta la Baviera dà il benvenuto alla festa, tra sfilate di carri e costumi tradizionali, concerti di musica tipica e le immancabili giostre del parco Theresienwiese. Il tutto, degustando le più buone birre tedesche e assaporando l’atmosfera più autentica dell’intera regione bavarese.

Dal 15 al 30 giugno è quindi possibile acquistare i biglietti a una tariffa agevolata per volare verso Monaco durante l’intero periodo dell’evento, ovvero dal 16 settembre al 4 ottobre. In particolare, si potrà volare da Firenze e Bologna a €110, da Venezia e Verona a €99 e da Bari a €140. Tutte le tariffe sono da intendersi a persona, andata e ritorno, tasse incluse, solo bagaglio a mano.

Air Dolomiti regala l’opportunità di vivere una delle manifestazioni più caratteristiche d’Europa in piena comodità e con il piacere di volare #AlSettimoCielo.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito di Air Dolomiti www.airdolomiti.it.

 

 

0 101

Si avvicina l’evento di agosto (24-27) dedicato quest’anno a Sherlock Holmes. Un viaggio nella fantasia e nelle bellezze del Garda Trentino, per il divertimento di genitori e bambini. Sarà festa grande con spettacoli teatrali, giochi, concerti, laboratori, l’esperienza sensoriale nei villaggi del gusto e i magnifici fuochi d’artificio.

Presentata l’app-gioco dedicata e nominati i vincitori del concorso di illustrazione

 

Anche quest’anno, come da tradizione consolidata, Riva del Garda e il Garda Trentino saluteranno l’estate trasformandosi nel mondo fantastico dedicato a un grande personaggio della letteratura e delle favole. Dal 24 al 27 agosto è in programma Notte di Fiaba, viaggio a tema per grandi e bambini nelle suggestioni di un’opera famosa che trasforma città, montagne, cielo e lago in un ambiente tanto coinvolgente da superare ogni fantasia. Quella in arrivo sarà un’edizione speciale, dedicata a Sherlock Holmes. Il detective creato dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle, promette un’invasione di visitatori (l’anno scorso per Aladino erano stati 85 mila), attesi a Riva da quattro giorni all’insegna del mistero e del divertimento.

Grazie al magnifico scenario e alla collaudata accoglienza di un intero territorio, si annuncia una festa indimenticabile. Le storie, la logica e l’intuito del famoso investigatore, coinvolgeranno tutti i partecipanti in un programma ricchissimo di appuntamenti: spettacoli in strada, laboratori creativi (come quello sui biscotti “Le mani in pasta” presso la Rocca), giochi (come la Escape Room, dedicata alle fasce di età dagli 8 ai 15 anni e dai 15 anni in su), concerti, mercatino del solito e dell’insolito, villaggi enogastronomici e i tradizionali, incredibili fuochi d’artificio sul lago (il 26 agosto, da godere anche con la Crociera Navigarda, partenza alle 21.05 e rientro alle 22.40 circa).

“Il Garda Trentino da tempo è orientato verso l’alta qualità della proposta – sottolinea Marco Benedetti, Presidente di Garda Trentino SpA – e Notte di Fiaba è sicuramente una punta di diamante per il nostro territorio. Il tema e le novità di quest’anno rappresentano un ulteriore passo verso l’eccellenza”.

L’organizzazione dell’evento, a cura del Comitato Manifestazioni Rivane presieduto da Enzo Bassetti, procede a pieno regime da diversi mesi, grazie al coinvolgimento di numerose associazioni locali e nazionali e al fondamentale contributo di 100 volontari. Una task force ben oliata capace di mettere in piedi 120 attività per 160 ore di narrazioni, concerti, giochi, laboratori e spettacoli. Tra i quali l’attesissimo “Viaggio nella fiaba”, esibizione teatrale itinerante per bambini dai 3 anni in su a cura della compagnia Lupus in Fabula, per la quale si prevede il tutto esaurito in ognuna delle 19 repliche in scena nel centro storico di Riva.
Ma Notte di Fiaba 2017 ha già vissuto i suoi primi atti ufficiali, sotto forma di progetti andati a compimento sulla strada dell’evento di fine agosto. Il primo è la realizzazione della App-gioco intitolata “Sherlock Holmes e la realtà aumentata”, sviluppata con la collaborazione dell’azienda informatica “Neo Infinity” per piattaforme Android e Ios. Il progetto è nato dalla sinergia tra Comitato Manifestazioni Rivane e Laba Trentino (Libera accademia di Belle Arti, con sede a Torbole, nell’ex Colonia Pavese). L’affascinante applicazione è stata realizzata da un gruppo di lavoro composto da studenti e docenti dei dipartimenti di Design e Graphic Design & Multimedia. Attraverso un viaggio spazio temporale Sherlock Holmes viene spedito dal malvagio professor Moriarty proprio a Riva del Garda, nell’anno 2017. Per tornare nella Londra del XIX secolo Holmes dovrà seguire le indicazioni che gli ha fornito il suo aiutante Watson. Da qui partirà l’avvincente caccia ai 6 pezzi della macchina del tempo disseminati nei vicoli e nelle piazze del centro storico di Riva. Con l’ausilio dello smartphone e l’utilizzo di mappe, giochi di logica, video e narrazioni, bambini e genitori potranno condurre la loro personale indagine. Il gioco verrà presto reso disponibile per il download, ma sarà fruibile solo a partire dal primo giorno della Notte di Fiaba.

Inoltre anche quest’anno, per la quarta volta, si è tenuto l’Illustration Contest legato all’evento. La giuria di esperti ha scelto di destinare il primo premio a un lavoro di Lorenzo Sangiovanni. Seconda Laura Zani, terzo Vendi Vernic. Le opere premiate e quelle che hanno meritato la menzione speciale saranno esposte ad agosto nella mostra dedicata presso il Mag – Museo Alto Garda. Il vincitore illustrerà anche l’albo edito da Orecchio Acerbo, partner dell’iniziativa, per celebrare la manifestazione.

Nel programma di Notte di Fiaba viene riservata particolare attenzione anche all’enogastronomia, preziosa risorsa del territorio. Previste le serate a tema “Cena con delitto” (cena più spettacolo teatrale nel cortile interno della Rocca, massimo 100 persone, 24 e 25 agosto). Inoltre il grande successo ha spinto gli organizzatori a potenziare gli appuntamenti con il gusto. Confermato il villaggio “Mangiamoci su…” che proporrà in piazza Battisti presso il Brolio otto casette con un’offerta che spazia dalla pasta e dai fritti misti alle pizze e focacce, dal pane speziato di vinacce alle confetture, dalle caramelle ai biscotti. Ribadita anche l’organizzazione di una delle novità più apprezzate del 2016 con l’allestimento del “Food Truck Street” in viale Roma. 12 truck sono stati attentamente selezionati tenendo conto delle eccellenze offerte e dall’originalità della loro piccola “cucina viaggiante”. Saranno presenti una camionetta dei pompieri adibita a birreria artigianale, un airstream anni ’50 con un’attenta selezione di hamburger gourmet, ape car e altre strutture “mobili” nelle quali gustare una serie di prelibatezze: focacce farcite, gnocchi gourmet, bagel veggie, hot dog, arrosticini, centrifughe e tanto altro.
Anche per Notte di Fiaba sono in corso di definizione i pacchetti vacanza: presto saranno disponibili offerte aggiornate da prendere al volo per trascorrere i giorni dell’evento in Garda Trentino nella maniera più soddisfacente e vantaggiosa.

Valeria Zanoni
Cell. 393/0552272
Mail: valeria@tree-ideas.it

0 289

All’interno della manifestazione, promossa dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito del coordinamento delle manifestazioni enologiche provinciali, spazio anche alla solidarietà, grazie ad una collaborazione con l’Associazione Amici di San Patrignano che illustrerà al pubblico le opportunità di recupero offerte dalla Comunità nei settori agricolo ed enologico. In programma, anche un tasting dei vini prodotti a San Patrignano e una cena di beneficienza.

Cembra (TN), 13 giugno 2017 – “La realtà di San Patrignano. Presentazione del progetto di recupero: l’Azienda Agricola e la Cantina Vini”. Questo il titolo dell’incontro in programma per sabato 1 luglio, alle ore 10.00, presso la Sala della Biblioteca di Palazzo Maffei a Cembra, che ha l’obiettivo di presentare al grande pubblico che affollerà la XXX edizione di Müller Thurgau: vino di montagna le opportunità offerte da San Patrignano, una delle più importanti comunità di recupero italiane.

Un appuntamento che mostra come l’agricoltura possa anche diventare uno strumento di riscatto per i giovani in cerca di una seconda chance nella vita. Lavorare la terra, prendersi cura delle vigne, partecipare alla vendemmia ed essere responsabili delle importanti operazioni che si svolgono in cantina, rappresenta infatti un quotidiano percorso di crescita che, come le altre moltissime opportunità di formazione che si svolgono all’interno della Comunità – oltre 50 -, mira a stimolare a mettersi in gioco, ad affrontare i propri limiti e a scoprire o ritrovare le proprie potenzialità contribuendo dunque ad accrescere l’autostima, elemento fondamentale per una vita felice.

“Con il raggiungimento dell’importante traguardo dei 30 anni – spiega Mattia Clementi, Presidente della Rassegna – abbiamo voluto impreziosire la manifestazione con ulteriori contenuti di valore cercando di sensibilizzare la popolazione e gli ospiti che ci raggiungeranno da fuori su un problema molto importante, come quello della tossicodipendenza, e sulle buone pratiche che vedono nell’agricoltura e nella produzione vinicola strumenti efficaci per combatterla”.

E per testimoniare la produzione di alta qualità della Comunità, il giorno stesso, sabato 1 luglio, alle ore 17.00, presso i panoramici vigneti terrazzati de La Toresela, è in programma “La Valle di Cembra incontra San Patrignano”, degustazione condotta da Gianni Fabrizio, curatore guida Vini Gambero Rosso, che mette a confronto le diverse tipologie di vino prodotte in Valle con alcuni prodotti simbolo di San Patrignano (costo 20 euro, posti limitati; per info e prenotazioni scrivere a segreteria@mostramullerthurgau.it).

A suggellare la partnership solidale, infine, la cena di beneficienza con 5 portate, dall’antipasto al dolce, a favore della Comunità, realizzata da Bruno StofellaVicepresidente Associazione Cuochi Trentini - con prodotti a km zero e in abbinata ai vini della Valle di Cembra e di San Patrignano, in programma alle ore 20.00 lungo il viale del centro (costo 50 euro; per info e prenotazioni scrivere a segreteria@mostramullerthurgau.it o contattare APT Pinè Cembra al numero 0461 683110), oltre alla parallela esposizione di manufatti prodotti dai ragazzi che ne sono ospitati.

Tali iniziative sono state precedute da un incontro dedicato alla prevenzione, tenutosi venerdì 9 giugno alle ore 21.00 presso l’Oratorio parrocchiale di Cembra dal titolo “Un invito…per andare incontro alla vita. Il problema della tossicodipendenza”, con l’intervento di Maurizio Folgheraiter, Presidente dell’Associazione Amici di San Patrignano, e di alcune testimonianze di ragazzi e famiglie.

In allegato, un’immagine della manifestazione. Per ricevere ulteriori informazioni, contattare:
Rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna
Ufficio stampa Strada del Vino e dei Sapori del Trentino
Stefania Casagranda | 393 9994515
press@stradavinotrentino.com

0 120

Piatti etnici, fusion, healthy – servito rigorosamente nelle “buddha bowl” – ma anche un ritorno alla carne rossa e, immancabile, la raffinata dolcezza del cioccolato: per gustare fino in fondo il vero sapore della Ville Lumière.

Giugno 2017 – Fucina di tendenze, crogiolo di mode, laboratorio di sperimentazione e scrigno di sapori tradizionali da (ri)scoprire: la Capitale francese è la portavoce dei trend gastronomici più importanti del 2017.
In un mondo sempre più multitasking, anche la ristorazione non ama stare con le mani in mano. Soprattutto a Parigi. Ecco quindi una continua ricerca di contaminazioni culturali, stilistiche e concettuali.
Una delle mode più attuali nella Ville Lumière prevede spazi da vivere che mescolano vari generi, in un concept “due in uno” che rende impossibile annoiarsi. Per gli amanti del ciclismo, l’ideale è Steel Cyclewear & Coffee Shop, caffetteria con annesso negozio in biciclette nel cuore del quartiere Folie-Méricourt, presso la fioreria-bar Peonies è possibile sorseggiare un buon caffè circondati da piante e fiori in un’atmosfera very instagram – il locale è seguitissimo sul social fotografico del momento – mentre la drogheria La Fine Moustache è il luogo ideale dove degustare prodotti gourmand 100% francesi accompagnati da un’ottima selezione vini.

Chi ama sperimentare sapori nuovi e tuffarsi nelle tradizioni più lontane dalla nostra, senza rinunciare a un tocco trendy, dovrà mettere in programma una visita ai quartieri del “world food”, soprattutto nel 9°, 10°, 11° e 13° arrondissement. Qui è possibile banchettare con dürüm, una torta curda cotta al forno e condita con carne macinata, gustare ottime zuppe di pollo al curry e latte di cocco in un ristorante laotiano e trovare il miglior pane naan “condito” della città.
Tra i nomi da mettere in agenda: Street Bangkok Local food, dove street art, urban style e gusto zen danno vita a un locale unico e accattivante, oppure Le Baranaan, bar-caffetteria indiana dove lasciarsi conquistare da un’atmosfera al limite della psichedelia, in perfetto stile Bollywood. Gli amanti dello street-food indiano apprezzeranno anche Naàn il locale perfetto per gustare il tipico pane indiano rivisitato in chiave gourmand con un tocco di formaggio francese. La gastronomia ellenica a Parigi ha invece uno dei suoi migliori portavoce in Gallikà, nel quartiere di Madeleine-Vendôme: qui è possibile scoprire i più autentici sapori greci arricchiti con un tocco di modernità.

La moda del cibo salutare è uno dei trend che si stanno imponendo maggiormente sulla scena gastronomica mondiale. Parigi non è da meno: in città si possono trovare un’infinità di declinazioni, a partire dalle cosiddette “buddha bowl” che vanno per la maggiore nei locali healthy: piatti unici serviti in scodelle uniscono ingredienti freschi, ricette gustose e una mise en place piacevole anche per gli occhi, tanto che i parigini ne vanno matti. Tra i locali più frequentati c’è il So Nat (a pochi passi dalla fermata Notre-Dame-de-Lorette): qui materiali di recupero, tavoli in legno, sedie di formica, piante pendenti dal soffitto e muri grezzi convivono per dare vita a un ambiente suggestivo tra richiami di design vintage e industriale. Nei pressi di Place Vendome si trova invece Uma, dove scoprire i sapori Nikkei: incontro gastronomico tra Cina e Perù, un nuovo tipo di cucina fusion nata a Lima che si sta diffondendo in tutto il mondo. Ottime anche le buddha bowl di Marclee, locale fusion del 9° arrondissement che propone i sapori migliori di tutta l’Asia, tra tradizione e modernità, insieme a vini biodinamici, sake e cocktail.

Parigi sa sempre stupire e, in controtendenza rispetto alla moda “all vegan”, riporta in auge la carne rossa. Affollatissimi i ristoranti dove gustare carne argentina, le steakhouse e i locali dotati di grill e camino per cucinare e arrostire di fronte a clienti. Da provare: Le Beef club, steakhouse d’ispirazione anglosassone che celebra il sapore del manzo scozzese di qualità superiore in tutte le sue varianti. Gli amanti dei locali più rustici apprezzeranno Robert et Louise, affollatissima trattoria tipica nel cuore del Marais dove gustare diverse carni grigliate a legna direttamente sul camino a vista! Sempre nel Marais, chi cerca un’esperienza più trendy apprezzerà invece Beaucoup: ambiente giovane, stile chic-metropolitano e una selezione di duecento etichette tra vini e alcolici.

Dulcis in fundo, menzione d’onore per il cioccolato. Il concetto ormai sembra sdoganato anche da autorevoli studi scientifici: quello fondente fa bene – soprattutto se consumato al mattino – e, contro ogni più funesta aspettativa, sembrerebbe agevolare persino la perdita di peso. Una scusa perfetta per tuffarsi nel delizioso mondo della cioccolateria parigina, indugiando nelle sue sale da tè tra comfort di lusso e atmosfere d’altri tempi. La città è una vera mecca per gli amanti del genere: per tutto l’anno, ma soprattutto durante le principali festività, i Maître Chocolatier competono con creatività per soddisfare il palato dei più golosi e… gli occhi di chi vuole stupirsi, stando anche solo davanti alle vetrine! Da non perdere, a due passi da Place Vendome ci sono il Chocolate Bar Jean-Paul Hévin (tempio di uno dei più grandi Maître Chocolatier al mondo) e la Manufacture Cluizel (storica azienda familiare tra le poche al mondo a lavorare direttamente le fave di cacao e non cioccolato o pasta di cacao acquistati da fornitori esterni). E per non soddisfare solo il palato ma anche la mente, imperdibile una visita a Choco-Story, il Museo del cioccolato di Parigi, dove ripercorrere la storia del cacao e le sue varie trasformazioni.

Per maggiori informazioni sui locali citati:

·    Steel Cyclewear & Coffee Shop 58 rue de la Fontaine au Roi, Paris 11e M° République, facebook.com/steelcyclecoffeeshop
·    Peonies 81 rue du Faubourg Saint-Denis, Paris 10e M°Château d’Eau, www.peonies-paris.com
·    La Fine Moustache 76 boulevard de la Villette, Paris 19e M°Porte de la Villette, www.lafinemoustache.com
·    Street Bangkok Local food 3 rue Eugène Varlin, Paris10eM°Château-Landon, www.streetbangkok.fr
·    Le Baranaan 7 rue du Faubourg Saint-Martin, Paris 10e M° Château d’eau, www.baranaan.com
·    Naàn 59 rue des Petites Écuries, Paris 10e M° Château d’eau, facebook.com/NAAN75010
·    Gallikà 7 rue Godot de Mauroy, Paris 9e M° Madeleine www.gallika.fr
·    So Nat 5 rue Bourdaloue, Paris 9e M°Notre-Dame-de-Lorette, facebook.com/sonatparis9
·    Uma 7 rue du 29 juillet, Paris 1er M°Pyramides, umarestaurant.fr
·    Marclee 10 rue Saulnier, Paris 9e M°Cadet www.marclee.fr
·    Le Beef Club 52 rue Jean-Jacques-Rousseau, Paris 1er M° Louvre-Rivoli, www.eccbeefclub.com/fr
·    Robert et Louise 64 rue Vieille du Temple, Paris 3e M° Saint-Paul, www.robertetlouise.com
·    Beaucoup 7 rue Froissart, Paris 3e M° Saint-Sébastien-Froissart, www.beaucoup-resto.com
·    Chocolate Bar Jean-Paul Hévin 231 rue Saint-Honoré, Paris 1er M° Tuileries 41 rue de Bretagne, Paris 3e M° Arts et métiers 3 rue Vavin, Paris 6e M°Vavin, www.jeanpaulhevin.com
·    Manufacture Cluizel 201 rue Saint-Honoré, Paris 1er M° Tuileries, 2 rue des Rosiers, Paris 4e M°Saint-Paul, 3 rue Tronchet, Paris 8e M° Madeleine, www.cluizel.com
·    Choco-Story Paris Musée du Chocolat 28 Boulevard de Bonne Nouvelle, 75010, www.museeduchocolat.fr

0 109

30 ANNI E NON SENTIRLI:

IL VIVA WYNDHAM DOMINICUS BEACH

FESTEGGIA CON UNA MIRIADE DI NOVITÁ

E PREMIA I SUOI “COETANEI”

 

È il resort più conosciuto della Rep. Dominicana; antesignano dell’all inclusive,

ha sempre saputo innovare. Nel 2017 si presenta con numerose novità.

E per chi compie 30 anni, come lui, fino al 21 dicembre riduzione del 30%.

 

 

Milano, 8 giugno 2017

 

Se pubblichi un’immagine senza specificare a cosa si riferisce e le persone riconoscono luogo e ambiente, significa che sei speciale. Questo accade quando si tratta del Viva Wyndham Dominicus Beach, il resort che ha segnato la nascita della catena alberghiera Viva Wyndham Resorts e che il 9 aprile ha compiuto 30 anni.

È il resort più amato del brand, a livello internazionale. Per continuare a conquistare negli anni la clientela di repeater, ha saputo rinnovarsi e innovare, soprattutto nei servizi offerti. La sua formula all inclusive ha via via compreso sempre più ristoranti di specialità e una gamma di attività sportive e ricreative senza eguali.

Oltre ad offrire tutti gli sport tradizionali – e anche quelli meno tradizionali, come trapezio e paddleboard – negli ultimi mesi sta proponendo attività inedite e coinvolgenti.

Pa Tuan Chin è un allenamento marziale basato su respirazione diaframmatica e utilizzo di otto pezzi di tessuto. Usato dai guerrieri dell’antica Cina, è ottimo per riscaldare i muscoli e sciogliere le articolazioni.

Kiusho è una tecnica di autodifesa basata su una disciplina orientale; esercitando la giusta pressione sui meridiani, mette ko l’avversario (utile contro bullismo o avances sgradite). Può essere praticato anche in modo “pacifico”, ripristinando l’equilibrio energetico.

TRX Suspension Trainer è un originale sistema d’allenamento che sfrutta la gravità e il peso del corpo per eseguire centinaia di combinazioni di esercizi in sospensione. La postazione presente nel resort è assistita da istruttori e sempre molto frequentata.

Swing Stick: a bordo piscina ci si allena con questo bastone oscillante, che migliora la postura e rafforza il tessuto connettivo. Le vibrazioni della barra fanno lavorare su agilità ed equilibrio.

Paddle Fitness consiste nel fare esercizi stando sulle tavole del paddle posizionate in piscina. Anche questa attività è ottima per l’equilibrio.

Diving: il centro immersioni è stato dotato di bombole con miscela Nitrox (meno del 79% di azoto e più del 21% di ossigeno). Immergersi con aria arricchita Nitrox offre tempi più rapidi di decompressione, con maggior tempo a disposizione sott’acqua.

Stand Up Paddle è l’ultima new entry e consiste in una tavola da paddle dotata di sistema a pedali. Sarà strano e divertente questo modo di vivere il mare.

viva-resorts-attivita

 

 

ALTRE NOVITÁ PER I 30 ANNI

Nel 2017 il resort ha aggiunto l’11° ristorante, Palito de Coco, con menu dominicani. Per cene vicine alla laguna degustando le specialità dell’isola.

Per i bambini ha introdotto le bolas giganti, enormi bolle trasparenti dentro cui si accovacciano mentre altri bambini li fanno rotolare sulla spiaggia.

Il folto staff di animazione ha creato una nuova produzione, Première: lo show ha atmosfere da Cirque du Soleil, ritmi swing, arrangiamenti inediti di sonorità commerciali e un medley dei musical più amati.

 


REGALI CHE ARRIVANO, REGALI CHE SI FANNO
Il Giardino Botanico di Santo Domingo ha donato una pianta per ogni giorno di vita del Viva Wyndham Dominicus Beach (9 aprile 1987-9 aprile 2017). Sono 10.950… lo staff le sta piantando nell’area del Parque Nacional del Este.

Viva Wyndham Dominicus Beach vuole festeggiare con coloro che nel 2017 compiono, come lui, 30 anni: prenotando direttamente dal sito www.vivaresorts.com soggiorni entro il 21 dicembre, si ha diritto a una riduzione del 30% su qualsiasi sistemazione disponibile.

Il Viva Wyndham Dominicus Beach è raggiungibile da tre aeroporti internazionali: La Romana dista 20 minuti, Punta Cana 45 minuti e Las Americas un’ora e tre quarti.

È aperto tutto l’anno e commercializzato da vari tour operator italiani, che propongono a quote convenienti pacchetti con voli, trasferimenti e soggiorni in formula all inclusive.

 

 

www.vivaresorts.com

Per informazioni alla stampa:

Sara Ferdeghini

Ferdeghini Comunicazione Srl

sara@ferdeghinicomunicazione.it

Cell:3357488592

 

———————————————————————————————————————

VIVA RESORTS: È un gruppo imprenditoriale con 30 anni di esperienza nello sviluppo, gestione e commercializzazione di prodotti alberghieri nei Caraibi, in particolare in Repubblica Dominicana, Messico e Bahamas. Possiede un portfolio che include la catena alberghiera “all inclusive” Viva Wyndham Resorts con proprietà in Repubblica Dominicana, Messico e Bahamas e la linea di resort all inclusive solo per adulti V Collection in Repubblica Dominicana.

 

0 157

di Giovanni Bosi, Perugia

Una storia vera talmente emozionante e coinvolgente da porsi subito alla ribalta come possibile sceneggiatura per il grande schermo. E sì, perché a distanza di decenni la guerra del Vietnam resta un argomento di rilevanza mondiale, su cui ci si continua a interrogare e anche perché ha rappresentato uno spartiacque in tema di conflitti assurdi. “Restare in Vietnam. Dalla parte del nemico” è l’ultimo libro del giornalista Luca Pollini. Un libro-verità, si potrebbe definire, in cui un ex soldato americano racconta la “sua” guerra e spiega perché alla fine ha deciso di rimanere per sempre nel Paese asiatico.

E’ il frutto di un lavoro certosino, di diversi viaggi nel Vietnam e nei luoghi che hanno fatto da cornice al conflitto fra Stati Uniti e Vietnam conclusosi nel 1975. Persino un attento sopralluogo a quello che gli americani chiamavano “Hotel Hilton”, vale a dire la prigione di Hoa Lo ad Hanoi. Luca Pollini, da giornalista meticoloso qual è, non ha voluto tralasciare nulla nel raccontare la vicenda umana del soldato Marlin McDade, americano impegnato per quattro anni sul fronte della guerra del Vietnam. E’ lui che – quando le armi hanno iniziato a tacere, ma quando ancora gli effetti della guerra assurda erano ancora tutt’altro che sopiti – ha deciso di rimanere in Vietnam. Una scelta non facile, ma probabilmente inevitabile.

“Originario del Kansas, proveniente da una famiglia cattolica e con tradizioni militari (padre e nonno sono decorati di guerra) Marlin è partito poco più che ventenne, abbastanza convinto di quello che stava andando a fare – ci spiega Luca Pollini – poi gli eventi: l’addestramento inutile; convivere con la paura per tutto il giorno; le perdite di amici; le azioni crudeli; il ritorno momentaneo a casa dove, convinto di essere accolto come un eroe viene insultato e chiamato assassino. Una nuova partenza verso il fronte dove viene ferito – aggiunge Pollini – i primi dubbi su quello che stava facendo. Un’amicizia, poi sfociata in amore, con un’infermiera nordvietnamita, in una Saigon che ‘vive’ nascondendo le atrocità della guerra. E alla chiamata di ritiro delle truppe la sua risposta: «No, io mi fermo qui»”.

restareinvietnam_lucapollini1

Un libro-verità, dicevamo: la storia di Marlin è stata infatti raccolta dall’autore in una lunga intervista (un autentico face-to-face) realizzata nell’estate del 2016 in un bar a Da Nang e ora riportata nel libro pubblicato dall’editore Elemento115. Una curiosità: la foto di copertina, un’autentica storia di guerra, Luca l’ha rinvenuta a Hoi An, splendida cittadina vietnamica oggi iscritta dall’Unesco nel Patrimonio dell’Umanità. Una vera e propria chicca che impreziosisce il lavoro. “Il Vietnam non finisce mai. A più di quarant’anni dalla fine del conflitto, ancora si parla, si scrive, si litiga, si discute, ci si confronta come fosse un incubo ricorrente, un male che, prima o poi, bisogna affrontare – annota l’autore nel prologo – certo, anche il conflitto arabo-israeliano in Medio Oriente non finisce mai, però la differenza è rilevante: quest’ultimo è ancora in corso, mentre quello vietnamita si è concluso nel 1975″.

“Il ricordo di quegli anni è sempre fresco e si porta dietro il senso di una costante attualità. Da una fredda analisi risulta che è stato un conflitto di proporzioni minori, che vide un impegno limitato da parte di una superpotenza mondiale in una zona remota del Terzo mondo, dove persero la vita oltre due milioni di vietnamiti e 58mila americani. Tanti, ma pochi se si mettono a confronto a quelli delle due guerre mondiali – argomenta ancora Luca Pollini – la rilevanza di una guerra, però, non la misuri solo dal numero delle vittime o dalla dimension geografica, ma anche dai suoi effetti politici e sociali. Ecco allora che la guerra in Vietnam diventa sicuramente l’evento più importante per l’America del ventesimo secolo, tanto che nel 1968 di fronte a continue tensioni sociali, il diffondersi della controcultura, eventi delittuosi dove sono morti ammazzati presidenti e uomini politici, in molti hanno pensato che gli Stati Uniti fossero a un passo da una seconda rivoluzione. E solo negli anni successivi si è capito che l’intervento militare in Vietnam è stato uno spartiacque nella storia americana”.

L’autore. Luca Pollini, milanese amante del mare, è cresciuto nella Milano degli anni Settanta. All’attività di giornalista unisce quella di saggista autore. Ha pubblicato, tra gli altri: I Settanta, gli anni che cambiarono l’Italia; Gli Ottanta, l’Italia tra evasione e illusione; Hippie, la rivoluzione mancata; Musica leggera. Anni di piombo; Amore e rivolta a tempo di rock; Ribelli in discoteca; Immortali: storia e gloria di oggetti leggendari. Ha debuttato a teatro col reading “Hippie, a volte ritornano”. Collabora con mensili e quotidiani, si occupa di storia contemporanea, cura un sito (www.retrovisore.net) dedicato alla storia del costume italiano. Crede nel rock e rimpiange il Parco Lambro (inteso come Festival).

Per saperne di più
Editore Elemento115
www.elemento115.com

 

Articolo pubblicato al link:

http://www.turismoitalianews.it/pubblicazioni/14237-restare-in-vietnam-un-ex-soldato-americano-racconta-la-sua-guerra-e-perche-alla-fine-ha-deciso-di-fermarsi-nel-paese-asiatico

0 69

Dal 10 giugno, ogni sabato, i crocieristi dell’ammiraglia Costa Diadema arriveranno a Torino grazie a nuove escursioni organizzate da Costa Crociere, Città di Torino e Turismo Torino e Provincia

 

 

Torino, 8 giugno 2017Costa Crociere (www.costacrociere.it) e la Città di Torino annunciano una grande novità per l’estate 2017: tour alla scoperta di Torino dedicati ai passeggeri di Costa Diadema, nave ammiraglia della compagnia italiana.

L’iniziativa, realizzata grazie alla collaborazione operativa di Turismo Torino e Provincia, partirà sabato 10 giugno e proseguirà per tutto il 2017. Ogni sabato i passeggeri di Costa Diadema, che faranno scalo a Savona nel corso delle crociere di una settimana nel Mediterraneo, avranno la possibilità di raggiungere Torino e visitare in giornata quattro attrazioni turistiche della città a loro scelta: Museo Egizio, Museo Nazionale del Cinema, Venaria Reale o il J-Museum. I tour proseguiranno nel centro storico, con tempo libero a disposizione per dedicarsi allo shopping o godersi i tipici caffè e ristoranti torinesi, per poi fare rientro a Savona.

Siamo orgogliosi di poter proporre la visita di Torino agli ospiti della nostra ammiraglia Costa Diadema” – ha dichiarato Giuseppe Carino, VP Guest Experience and Onboard Sales di Costa Crociere – “Questi nuovi tour sono stati pensati per poter soddisfare interessi diversi in un’unica esperienza, in modo da attrarre il maggior numero di persone. Inoltre rappresentano un’ottima opportunità di promozione turistica per la città, considerato che molti passeggeri di Costa Diadema provengono dall’estero, Francia e Spagna in particolare”.

Quando si citano Torino e Savona insieme, nell’immaginario comune, si pensa subito a un percorso a senso unico, all’autostrada che tanti torinesi percorrono in direzione del mare. E’ quindi con grandissimo piacere – e un pizzico di orgoglio sabaudo – che accolgo la “Savona-Torino”, un percorso in senso inverso - sottolinea la Sindaca Chiara Appendino-. Un pacchetto turistico grazie al quale i passeggeri della Costa Diadema che attraccano nel porto ligure, potranno godersi le straordinarie bellezze turistiche di Torino, prima di salpare per la loro prossima meta. Un’iniziativa nata dalla collaborazione tra Costa Crociere e Turismo Torino e Provincia, che darà la possibilità di raggiungere Torino in giornata e visitare una delle nostre eccellenze turistiche quali il Museo Egizio, il Museo del Cinema, la Venaria Reale o il J-Museum, e lasciare ancora un po’ di tempo per una passeggiata nel centro della città, tra shopping e i caffè storici. Certo non basteranno poche ore per poter dire di “aver visto Torino” – aggiunge la Sindaca- , ma serviranno a stuzzicare la curiosità, al punto tale da invogliare tanti turisti a tornare per godersi appieno l’esperienza Torino”.

I nuovi tour a Torino daranno la possibilità di scegliere tra quattro diverse alternative. Gli amanti dell’arte e dell’architettura potranno visitare il complesso della Reggia di Venaria Reale, per un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, fino all’epoca del Duca Carlo Emanuele II che fece costruire questa grandiosa residenza per le sue battute di caccia. Gli Ospiti appassionati di cinema potranno scegliere invece un’escursione che unisce bellezza artistica e cultura cinefila, visitando il Museo Nazionale del Cinema, sito all’interno della Mole Antonelliana, autentico simbolo della città.

Nella sua proposta di escursioni Costa Crociere include anche una tappa da sempre imperdibile per chi visita Torino: il Museo Egizio, uno dei più antichi al mondo nel suo genere, con la sua collezione di oltre 5.000 reperti, la seconda più ampia tra quelle esistenti. Infine, per gli appassionati di sport c’è il J-Museum, museo sportivo tra i più tecnologici al mondo, dedicato alla storia della squadra bianconera e del calcio italiano.

Al termine di queste quattro diverse visite, i crocieristi di Costa Diadema si ritroveranno in Piazza Castello, da dove partirà un “walking tour” guidato del centro storico, durante il quale potranno ammirare le piazze e i palazzi che conferiscono a Torino il suo fascino unico al mondo.

Il programma prevede anche tempo libero a disposizione dei crocieristi per gustare le prelibatezze offerte dai caffè storici e ristoranti della città, ad un prezzo convenzionato, come il famoso “bicerin”.

Agli ospiti Costa che avranno acquistato l’escursione a Torino verrà consegnata una mappa realizzata da Turismo Torino e Provincia che riporta le ubicazioni dei musei, dei caffè storici e dei ristoranti aderenti all’iniziativa e informazioni sulla Torino+Piemonte Card.

Le visite al Museo Egizio, Museo Nazionale del Cinema, Venaria Reale e J-Museum saranno realizzate grazie alla collaborazione dei 150 volontari del progetto di volontariato civico, turistico – culturale “Torino&You” della Città di Torino, che accoglieranno i crocieristi in arrivo da Costa Diadema.

Come sottolinea Maurizio Montagnese, Presidente di Turismo Torino e Provincia “Sin da subito ci siamo messi all’opera nel proporre attrattive in grado di suscitare l’interesse dei crocieristi organizzando le visite in città; crediamo che questa iniziativa possa essere un’ulteriore e prestigiosa opportunità per far conoscere la città ai turisti stranieri, in particolare francesi e spagnoli che si confermano essere i nostri più affezionati visitatori”.

Per la buona riuscita dell’intera operazione, Costa Crociere mette a disposizione tutti i propri canali di comunicazione per promuovere la destinazione; a tale proposito ha appositamente realizzato un video sulla destinazione con il contributo di Turismo Torino e Provincia e dei musei aderenti. Tale video verrà trasmesso a bordo della nave Costa Diadema e sarà visibile sul sito della compagnia nella sezione dedicata alle escursioni della Costa Diadema.

Le escursioni verranno inoltre inserite nel Costa Club Magazine, il magazine dedicato agli ospiti più fedeli di Costa Crociere, nonché sul relativo sito e newsletter.

 

Si ringrazia per la collaborazione:

Caffè Storici

Caffè Elena – Caffè Reale – Caffè San Carlo – Gelateria Pepino dal 1884 – Torrefazione Moderna

Ristoranti

Antica Bruschetteria Pautasso –Antico Balon – Caffè Baratti&Milano – Doppiozero – La Campana – La Maison de Marie – La Pergola Rosa – La Piola del forno – Le Fanfaron Bistrot – Le Vitel Etonné – Mbun SlowFastfood Corso Siccardi e via Rattazzi

 

 

 

 

 

 

SOCIAL

1,793FansLike
241FollowersFollow

COMUNICATI STAMPA

0 99
Itinerari suggestivi suggeriti da trendsetter locali ed esperienze fuori dal comune a portata di un click   Milano, 15 giugno 2017 - I viaggiatori curiosi, sempre...

News in pillole

0 82
Giugno 2017 - Una vacanza per fermarsi e ritrovarsi: il Badrutt’s Palace Hotel di St. Moritz ripropone, per l’estate 2017, i “7 Days Wellness...

Vita Associativa

0 270
E' in piattaforma Sigef il secondo corso di formazione 2017 organizzato dal Gist "Turismo responsabile in Italia, dai principi alle buone pratiche"  3 luglio dalle...