Australian Travel

0
531

AUSTRALIAN TRAVEL traccia il bilancio del 2018, un anno interlocutorio per il turismo in generale, ma che ha mostrato chiari segni positivi, soprattutto per le destinazioni che il tour operator lombardo cura: “down under” e Oriente.

«L’anno che va a concludersi parla ancora di progressione dei risultati – spiega Agatino FALCO, fondatore e titolare del to – abbiamo presidiato il mercato iniziando a muoverci con una rete commerciale, e possiamo ormai stabilire la nostra crescita, sul fine anno, ormai raggiunto, in “doppia cifra”, anche grazie alla risposta del mercato verso la programmazione dedicata al Giappone, nell’ambito del nostro secondo catalogo Emirati Arabi ed Estremo Oriente».

I prossimi passi, nel rapporto con il mercato, di AUSTRALIAN TRAVEL, partiranno dalla produzione dei cataloghi, che dai 2 attuali, (Australia e Nuova Zelanda // Pacifico, Giappone ed Emirati Arabi e Estremo Oriente) si divideranno dando origine a 4 nuovi opuscoli.

«Il nostro percorso di crescita è stato caratterizzato da tappe successive – prosegue Falco – durante le quali abbiamo posto solide basi su qualunque progetto abbiamo avviato, partendo dalle destinazioni per giungere al sito nel quale abbiamo posto una particolare cura dei dettagli e delle infornazioni, oltre che nella parte iconografica.

Da gennaio, parlando di web, partirà un’importante campagna specifica al fine di far conoscere il nostro marchio e le nostre destinazioni, alla clientela finale per stimolarla a richiedere le nostre mete, invogliando il consumatore a realizzare un sogno meraviglioso, sempre e comunque attraverso il canale dell’intermediazione agenziale, utilizzando la geolocalizzazione dei nostri partner ed inviando loro i passeggeri che ci contatteranno».

La squadra commerciale si è appena arricchita di un ulteriore tassello, a testimonianza dell’espansione del to verso altre aree geografiche, ed ha visto l’ingresso nel team, che già annovera Stefano GALIMBERTI e Claudia ROSSO, il nuovo responsabile di area (Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche) Ermanno GUIDI, persona di grande esperienza, con un trascorso lavorativo di molti anni in importanti to.

«Nel 2019 continueremo a lavorare sul completamento della struttura commerciale – spiega Stefano GALIMBERTI, responsabile commerciale – con la ricerca di una figura di account sull’area del Veneto, interessante e già responsiva, mentre abbiamo avviato un progetto dedicato alla Sicilia per iniziare ad esplorare il territorio. Procediamo per approssimazioni successive, in quanto la nostra filosofia si basa sul consolidamento del marchio, AUSTRALIAN TRAVEL, sulla serietà del prodotto, sulla snellezza operativa, la modularità delle proposte, l’accuratezza nelle scelte di partner e strutture nelle destinazioni, tutti elementi che vanno a corroborare la qualità del prodotto e dei servizi offerti».

 

Ricordiamo le destinazioni proposte da AUSTRALIAN TRAVEL :

Australia,       Nuova Zelanda,         Isole Fiji,        Isole Cook,     Nuova Caledonia,      Polinesia Francese,   Isole del Pacifico,

e ancora

Emirati Arabi,           Thailandia,    Vietnam,       Laos,   Cambogia,     Myanmar,     Malesia,  Singapore, Hong Kong,   Giappone,       Indonesia

 

Chi è AUSTRALIAN TRAVEL

L’embrione di AUSTRALIAN TRAVEL, nasce da una agenzia di viaggio, già fondatrice di network celebrati come G40 Travel Group e ONE ! Travel Experience. Ci hanno lavorato parecchio Agatino Falco, il titolare, ed il suo staff, ininterrottamente da 21 anni. Con il passare del tempo la passione per il mondo capovolto, il “downunder”, è stata così forte da portare Falco a viverci per qualche tempo. Da qui nasce la decisione di intraprendere la strada del tour operating, proponendo il “Pacifico” al mercato agenziale per condividere la conoscenza delle destinazioni e per allargare il raggio d’azione dell’agenzia. Dall’inizio del  2018 si è aggiunta la programmazione Emirati Arabi ed Estremo Oriente. Presto dal catalogo inziale, cui si è aggiunto il medio ed estremo oriente, gli opuscoli dedicati alle destinazioni saranno 5.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here