Bressanone: International Mountain Summit al 10° anniversario

0
1137

L’International Mountain Summit (IMS), uno tra i più grandi eventi outdoor dedicato al mondo della montagna, festeggia il suo decimo compleanno con una settimana ricca di appuntamenti. Da lunedì 8 a domenica 14 ottobre 2018 Bressanone si conferma un punto di riferimento per il pubblico appassionato di montagna e non solo portando i migliori alpinisti e climber della scena internazionale per un’esplorazione a 360° della montagna. L’antico centro vescovile dell’Alto Adige con la sua montagna di casa Plose per dieci anni in occasione della manifestazione è stato e sarà nuovamente una vera e propria “capitale mondiale della montagna”, e quest’anno in qualità di Città Alpina dell’Anno, è la sede autentica ed ideale per questo Festival multiforme della Montagna.

L’International Mountain Summit (IMS) nacque nel 2009 dai suoi ideatori Markus Gaiser e Alex Ploner come vero e proprio vertice dell’alpinismo durante il quale si incontrarono i migliori arrampicatori da Reinhold Messner a Hans Kammerlander, da Simone Moro a Sir Chris Bonington, da Lynn Hill a Steve House, da Peter Habeler a Manolo. Così gli organizzatori riuscirono a riunire nella Valle Isarco la Crème de la Crème dell’alpinismo – dalla giovane promessa all’arrampicatore di vecchia scuola. Negli anni si è evoluto e sviluppato senza perdere lo spirito di questo festival che è davvero unico: il coinvolgimento attivo del pubblico. La gente aveva ed ha tuttora la possibilità di incontrare vis à vis i personaggi che hanno fatto la storia recente dell’alpinismo e ne stanno disegnando il futuro. All’inizio il motto „Near-Nahe-Vicino“ illustrava precisamente il contenuto della manifestazione. L’incontro di persone all’IMS, partecipanti, attori, giornalisti o dipendenti, è stato molto importante per i due fondatori fin dall’inizio.

Da qualche anno il motto e il programma dell’IMS consiste in quattro parole chiave: “Meet“, ovvero la possibilità di incontrare e confrontarsi sia con i referenti del festival, sia con gli altri visitatori che giungono a Bressanone in occasione della manifestazione; “Mountain“, la cornice tematica e geografica dell’IMS, che parla, respira, vive e sogna di montagne, natura, ma anche di grandi avventure ed esperienze che nelle alte quote prendono forma; “People“, ovvero gli ospiti, che vanno dalle star dell’alpinismo ai contadini dei masi di montagna, per arrivare a “Soul“, il tema della “montagna interiore”, della motivazione, della capacità di superare le sfide poste dalla vita, di superamento dei propri limiti, di successi e vittorie come di insuccessi e fallimenti.

Il festival vuole fornire impulsi, incoraggiare incontri e creare punti di programma indimenticabili. Il nostro obiettivo è che i partecipanti tornino a casa con uno zaino pieno di esperienze da raccontare ad amici, familiari e conoscenti. “Ciò accade solo perché siamo indipendenti, e non apparteniamo ad alcuna federazione o organizzazione” sostiene Alex Ploner. “Affrontiamo argomenti che potrebbero anche essere scomodi e siamo sempre alla ricerca di relatori che hanno una storia straordinaria da raccontare. Tutti hanno una cosa in comune, si occupano della montagna, o di montagna interiore, con l’anima della montagna.” prosegue l’altro papà dell’IMS Markus Gaiser.

Questo mix, unito alla passione dei due fondatori per l’organizzazione del festival, rende l’IMS unico e uno dei maggiori e conosciuti festival della montagna che anno dopo anno presenta al proprio pubblico proveniente da tutto il mondo relatori ospiti di fama mondiale.

Dal 2009 alla scorsa edizione il festival ha presentato 171 alpinisti, 479 relatori, ospitando quasi 82.000 visitatori oltre a 900 giornalisti suscitando grande interesse nei media internazionali, tanto che si contano quasi 8.000 articoli pubblicati in tutti questi anni. Eventi come questo rendono Bressanone sempre più una meta attrattiva a livello internazionale.

Gaiser e Ploner insieme al resto del team stanno lavorando al programma straordinario del 10º anniversario. Qui solo alcuni dei tanti nomi che saliranno sul palco del Forum di Bressanone: Richard David Precht (filosofo e pubblicista tedesco), Norbert Niederkofler (chef stellato altoatesino), Simona Atzori (ballerina e pittrice), Alex Megos (scalatore tedesco), Stefan Glowacz(alpinista tedesco), Tamara Lunger (alpinista altoatesina) e Beat Kammerlander (alpinista altoatesino).

A riscaldare l’atmosfera e a rendere l’evento ancor più accogliente e informale non mancheranno la musica e il buon cibo del territorio, all’insegna della convivialità e del divertimento a garanzia di una festa della montagna a 360 gradi.

L’International Mountain Summit è supportato dal marchio ombrello Südtirol, KIKU, Cassa di Risparmio, Durst, Alperia, Gore Tex, Bressanone e la regione Trentino / Alto Adige.

Maggiori informazioni e biglietti a partire dal 1 luglio sul sito www.ims.bz

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here