Alla scoperta delle meraviglie del Sultanato con L’Ufficio del turismo dell’Oman e WeRoad

0
190
  • +400% prenotazioni con WeRoad in estate in Oman
  • 785.000 di reach Instagram
  • 107.000 di reach Facebook
  • 104.000 views alle Instastories

 

Milano, 23 luglio 2019– Un viaggio in Oman è un’avventura indimenticabile, fatta di mare, deserto, montagne e cultura: la meta ideale per chi ha fra i 25 e i 40 anni! Ecco perché l’Ufficio del Turismo del Sultanato dell’Oman e WeRoad hanno unito le forze per portare alla scoperta delle meraviglie del Paese proprio questa generazione di viaggiatori con un itinerario costruito ad hoc per loro!
La combinazione della conoscenza del target di WeRoad, che negli ultimi 2 anni ha portato oltre 10.000 viaggiatori Millennial in giro per il mondo, e le emozioni e avventure che il Sultanato dell’Oman ha da offrirehanno generato un’offerta di viaggio imperdibile per un Millennial, come dimostrano i numeri raggiunti dalla campagna di digital marketing di WeRoad per l’Oman, che in un solo mese ha registrato una reach di un milione di contatti su Instagram, Facebook, attraverso le Instagram stories e attraverso la landing page dedicataesclusivamente alla campagna.
Come risultato, le prenotazioni per il Sultanato dell’Oman in estate sono aumentate del +400% rispetto all’anno scorso eancora è da capire l’impatto sui turni in previsione per l’autunno e l’inverno.

Per raggiungere i Millennial la comunicazione deve essere nativa, spontanea e diretta: una vera e propria conversazione tra viaggiatori. WeRoad ha raccontato il Sultanato dell’Oman attraverso le parole, le immagini e le avventure dei WeRoaders che ne hanno già esplorato le meraviglie: contenuti user generated di Millennial già stati in Oman con WeRoad.
“I Millennials sono la generazione che viaggia di più: dedica alla scoperta del mondo 365 giorni all’anno. Questo perché il viaggio non è più inteso come una commodity ma come esperienza di vita per crescere come persona, per accrescere il proprio network personale di conoscenze ed essere ispirati a conoscersi più profondamente attraverso la scoperta di luoghi, storie e persone.”– commenta Folco Gervasutti, Corporate Relation Manager di WeRoad – “WeRoad mette in connessione Millennial e gli enti del turismo che con noi trovano la chiave per entrare in contatto con il target e attrarre una  generazione di viaggiatori particolarmente affine con la proposta della destinazione”.

“Il Sultanato dell’Oman sta vivendo un momento di grande popolarità. L’Italia rappresenta il quarto mercato europeo per numero di arrivi, dopo Gran Bretagna, Francia e Germania: nel 2018 ha registrato una crescita del +16.7% (46.655 arrivi contro 39.982 nel 2017), mentre tra gennaio e aprile 2019 sono stati 27.664 i nostri connazionali che hanno visitato il Sultanato (+20,39% sul 2018). – commenta Massimo Tocchetti, presidente AIGO e rappresentante per l’Italia dell’Ufficio del Turismo del Sultanato dell’Oman – Questa crescente notorietà si traduce in un’offerta diversificata di prodotto, perfetta per i Millenialamanti della natura che viaggiano in gruppi o da soli. Siamo lieti di iniziare questa collaborazione con WeRoad- continua Tocchetti –per ampliare la notorietà del Sultanato verso un target giovane e dinamico. I viaggiatori WeRoad alla scoperta dell’Oman saranno affascinati da un posto unico al mondo, dove è possibile avere un contatto genuino con la popolazione locale, conoscere luoghi di grande ricchezza culturale e bellezze naturali ancora intatte, unire al piacere del viaggio i propri interessi sportivi e sperimentare una vacanza eccezionale in totale libertà”.

“WeRoad nasce con la volontà di rispondere alle necessità di viaggio di una nuova generazione di viaggiatori, alle quali ancora nessuno in Italia rispondeva. La nostra missione è quella di connettere persone, culture e storie” – commenta Erika De Santi, Co- Founder & Head of Strategy & Operations di We Road–“E in questo dialogo è giusto che siano coinvolti anche i paesi e le destinazioni che i nostri WeRoader sognano di visitare. Ringraziamo l’ufficio del Turismo del Sultanato dell’Oman che ha voluto aprirsi attraverso WeRoad ad un nuovo format di viaggio che guarda alla sperimentazione di esperienze uniche!”.

About WeRoad
WeRoad è la community online di viaggiatori che, in poco meno di due anni, ha portato in giro per il mondo o 8000 WeRoaders, principalmente Millennial.
Oltre 70 destinazioni in tutto il mondo, 350 coordinatori formati, 240.000 follower su Instagram e 350.000 fan su Facebook.
WeRoad sta creando un nuovo modo di viaggiare  che connette persone, culture e storie…ovunque ci sia una strada.
Visita il sito www.weroad.it
Per ulteriori informazioni:
OneDay Group – Folco Gervasutti, Communication Manager: Folco.gervasutti@onedaygroup.it , Tel: 0283523169
OneDay Group – FlaminiaRomoli Venturi, Media Relations Specialist: Flaminia.romoli@onedaygroup.it , Tel: 0283523169
Share Oman:
#oman
#beautyhasanaddress
#experienceoman

 

Ufficio del Turismo Sultanato dell’Oman
Il Sultanato dell’Oman è situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica, ha un’estensione maggiore dell’Italia con i suoi 309.500 km² e conta circa 2.400.000 abitanti. Punto di incontro tra l’Asia e l’Africa, l’Oman è un paese montuoso circondato da deserti che si affaccia sull’Oceano Indiano e sul Mar d’Arabia. Caratterizzato da 3 climi diversi, temperato, desertico e tropicale, l’Oman si raggiunge in meno di 8 ore di volo dall’Italia ed è a sole +3 ore di fuso (+2 quando in Italia vige l’ora legale). Il Sultanato ospita diversi siti annoverati fra i patrimoni UNESCO e interessanti percorsi culturali come la via dell’incenso, nella regione del Dhofar. La capitale Mascate, i wadi e le montagne, il deserto e i piccoli villaggi sono i guardiani di antiche tradizioni e dell’affascinante natura del Sultanato. Quasi fosse sospeso nel tempo, l’Oman si apre al moderno con un occhio di riguardo per le proprie tradizioni: sport estremi e animati souq, lussuosi resort con moderne SPA convivono con antiche fortezze e tradizioni dei popoli del deserto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here