Al Circolo Polare Artico per ammirare l’Aurora boreale

0
1941

di Maurizio Pavani

In un contesto naturale e paesaggistico tra i più affascinanti al mondo, lo spettacolare fenomeno generato dal vento solare nella sua interazione con la ionosfera terrestre. Stupefacenti scie luminose di vari colori, bande luminose e un’ampia gamma di sfumature e dissolvenze rosso-verde-azzurro che cambiano in continuazione. Ecco l’acquarello che illumina la notte al Circolo Polare Artico insieme a laghi, parchi, fiordi, montagne, boschi, animali selvatici, usi e costumi

 

Nel nostro emisfero i luoghi migliori per vedere il fenomeno dell’Aurora boreale sono le aree a ridosso e al di sopra del Circolo Polare Artico, in particolare le contee di Tromsø, Alta, Svalbard e Finnmark in Norvegia, la Lapponia svedese e Finlandese, l’Islanda e la Russia del Nord. Nel resto dell’emisfero boreale, i luoghi migliori per assistere al fenomeno dell’aurora boreale sono l’Alaska, il Canada e la Groenlandia.

I periodi migliore per vedere questo affascinante e, per certi effetti visivi, misterioso fenomeno della Natura, sono quelli compresi tra febbraio / marzo e settembre / ottobre; l’orario migliore è quello compreso tra le nove di sera l’una di notte.

Le destinazioni da programmare riguardano la Norvegia, la Finlandia, l’Islanda, il Canada dell’Ovest e l’Alaska.

La Norvegia, è Terra di natura incontaminata e di interessanti itinerari lungo i fiordi e le alte montagne la cui orografia è caratterizzata da discese a picco sul mare e da mille insenature lunghe e strette. Oltre alla flora e la fauna, anche la storia, gli usi e le tradizioni del popolo vichingo. Da visitare, la capitale Oslo e la caratteristica Bergen con il suo centro storico patrimonio dell’Unesco. Per chi viaggia in direzione Nord verso il Circolo polare artico, la città di Tromsø con le atmosfere cariche di suggestioni grazie al sole di mezzanotte (in estate) e le aurore boreali (in inverno) offre lo spettacolo delle balene alle isole Lofoten.

3_fiordi_norvegesi

La Finlandia, da Helsinki fino alla Lapponia dei Sami, è la quintessenza della Scandinavia. Terra di neve e di laghi i cui colori (bianco e azzurro) sono stati impressi nella bandiera nazionale. Un Paese scandinavo come collocazione geografica, tuttavia differente per cultura e tradizioni da Norvegia, Svezia e Danimarca. La sua Natura (quasi 200mila laghi), la fauna, lo sport all’aria aperta (bicicletta, canoa e kayak e la pesca), la sauna, il sole di mezzanotte in estate, le tradizioni del popolo Sami che abita la Lapponia, sono le migliori sorprese per gli occhi dei turisti amanti della natura e dell’arte, considerato che nella sola Helsinki esistono ben 30 gallerie d’arte e svariati musei.

L’Islanda,racconta della grande avventura e lo fa con la voce del silenzio. Infatti, niente al mondo è paragonabile alla scoperta della sua natura. Un autentico scenario di colori accompagnerà il viaggio lontano dallo stress delle metropoli. La meta ideale per lo spirito avventuriero, pronta a svelare un susseguirsi di cascate, laghi, parchi ed emozionanti piste del deserto glaciale.

Il Canada dell’Ovest è l’incanto della Columbia Britannica e delle Montagne Rocciose. La sua costa occidentale ha in Vancouver il principale centro d’attrazione. In città è possibile sentirsi come in una grande metropoli multiculturale e cosmopolita; sull’Isola di Vancouver è invece la natura a farla da padrona con la possibilità di osservare balene, orche, orsi e puma.

2_il_grande_canada

L’Alaska, ultima frontiera a Nord, si svela quale punto di riferimento accessibile dal mare (in nave da Vancouver) o via terra da Anchorage.Qui si è nella Baia di Cook, al crocevia di tutte le strade che portano a una destinazione in Alaska. Parchi naturali con flora e fauna per appassionati (orsi, alci, caribou e mufloni), miniere d’oro, giacimenti di petrolio e soprattutto la cultura Inuit che nel Mount McKinley (il più alto in Nord America) vedono la loro “montagna sacra”. Per info: http://www.giverviaggi.com/

1_aurora_boreale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here