Al Castello di Monterone

0
741

Scoprire i "giardini segreti" di Perugia

 

Ospitati in un vero e proprio gioiello di architettura, unico nel suo
genere, e in contemplazione di lussureggianti tesori floreali: i
giardini storici di Perugia.

Con lo sbocciare della primavera, "fioriscono" le iniziative per gli ospiti del Castello di
Monterone: "Verde in città" è lo speciale pacchetto con cui poter godere
di un weekend davvero indimenticabile, all’insegna del benessere e del
relax ma soprattutto – e non solo per gli appassionati di botanica che non
possono mancare! – di un insolito e sorprendente viaggio alla scoperta del patrimonio "vegetale" della città. Accanto alle riconosciute e inestimabili meraviglie architettoniche, il capoluogo umbro possiede infatti un’eccezionale ricchezza di gioielli naturali: giardini, parchi, orti, fiori e alberi che raccontano con il loro verde
rigoglioso e profumato secoli di storia e vicende umane. Testimoni
silenziosi e ospitali, che tra gli antichi vialetti di aiuole fiorite e
sotto i possenti rami di arbusti secolari hanno visto scorrere la vita
della città, impreziosendo con la loro rarità e magnificenza le vie e
le piazze perugine.

Accompagnati da una guida esperta di botanica,
gli ospiti del Castello potranno visitare durante il loro soggiorno
alcuni dei giardini e dei parchi più belli di Perugia, tra cui il
Giardino del Frontone, l’Orto Medievale della Facoltà di Agraria,
lo
stesso parco del Castello di Monterone e una serie di piccoli spazi
verdi che accolgono gli alberi più antichi e amati del capoluogo.

* *
*

Prima meta il giardino del Frontone, detto anche "Arco di
Trionfo",
che costituisce il primo giardino pubblico di Perugia. Al suo interno
sono ospitati esemplari secolari di leccio e di siepi d’alloro e
lentiggine. Il giardino, che si presenta come un intreccio ordinato di
aiuole e viali terminanti in un emiciclo decorato con sei statue e con
un anfiteatro in travertino, sorge su un’area che anticamente
ospitò
una necropoli etrusca e poi un forte difensivo. Realizzato dai poeti
della Colonia Arcadica Augusta agli inizi del Settecento, con le
successive ristrutturazioni – l’ultima nel corso dell’Ottocento
– ha
raggiunto l’attuale aspetto, arricchito dalla vasca centrale e da
rigogliose aiuole.

Destinazione successiva, l’orto medievale della
Facoltà di Agraria. Il giardino è situato in Borgo XX Giugno
all’interno dell’antico complesso benedettino di San Pietro,
oggi sede
della facoltà di Agraria dell’Università di Perugia.
Oltre alla
naturale bellezza del luogo, motivo del suo grande valore storico è il
richiamo allegorico al concetto di giardino monastico medievale
strettamente legato al pensiero e all’attività dell’uomo del
tempo. La
particolare disposizione di piante, aiuole, terrazze, strutture e
viottoli rievoca infatti miti e credenze tipiche del Medioevo,
conducendo il visitatore in una rievocazione simbolica delle fasi
evolutive, culturali e spirituali dell’umanità.

Durante il loro
percorso "verde" gli ospiti faranno tappa sotto le fronde di
alcuni dei
più vecchi e splendidi alberi di Perugia, tutti censiti dal Comune e
valutati patrimonio della città.
Si potrà ammirare una superba Ginko
Biloba femmina di 200 anni, un tempo situata nel giardino del Palazzo
Meniconi Braccieschi; il Cedro Atlantica, anch’esso di 200 anni, a
Porta Pesa, nella storica residenza estiva dei Bourbon Sorbello;
esattamente di fronte all’edificio rapirà la vista un rigoglioso
platano di 150 anni, mentre proseguendo ci si imbatterà in magnifici
esemplari di Bagolari, uno dei quali di 180 anni. Per finire il cedro
dei giardini di Piazza Italia, con i suoi quasi due secoli di vita.

Sabato pomeriggio infine ci si potrà immergere nella bellezza del parco
del Castello di Monterone dove, sempre accompagnati da una guida
esperta, si potranno ammirare un’infinita varietà di fiori e piante
e
godere dello splendido panorama della colline umbre dalle terrazze del
maniero.
Cuore del parco il maestoso roseto, omaggio all’antico
giardino delle castellane. Vi sono piantate più di 230 rose di una
trentina di varietà: dall’antica Rosa Chinesis mutabilis alla rosa
gallica, fino alla rosa rugosa con le sue brillanti e saporite bacche.
Re incontrastato del parco il grande cipresso che troneggia
all’interno
della corte, e sua degna regina la pianta di rosa Banksiana che si
innalza di fronte al vecchio ponte levatoio, esempio di una delle
primissime importazioni italiane di questa varietà originaria della
Cina.

Pacchetto "Verde in città"
Pacchetto 2 notti – min. 6 persone
Euro 280,00 euro a persona in camera doppia
Il pacchetto comprende:
* 2 pernottamenti
* colazione a buffet
* uso
area benessere (sauna e bagno turco su prenotazione)
* 10%
sconto sulla ristorazione
* Visita guidata con esperto a
giardini e piante storiche di Perugia (sabato mattina)
* Visita
guidata con esperto al Castello di Monterone e al suo parco (sabato
pomeriggio)

 

***
Menzionato già nel Duecento come edificio
appartenuto al cavaliere Ghislero Alberici, il Castello di Monterone
rappresenta un vero gioiello di architettura, definito un
"unicum" dal
Ministero dei Beni Culturali.
Le pareti interne ed esterne
dell’edificio sono incastonate infatti da preziosi elementi
architettonico-artistici che vanno dall’epoca etrusca all’età
romana,
dal periodo medievale al Rinascimento e oltre, collezionati dalla
famiglia Piceller, antica proprietaria del castello ed estintasi negli
anni 20 del secolo scorso.
Immerso in un parco di 8 ettari, il
castello è costituito da un corpo centrale con archi, merlature e
finestre ogivali, dominato da alte torri quadrate. Gli interni sono in
stile gotico: 18 incantevoli camere (2 junior suites), ognuna diversa
dall’altra e tutte sapientemente arredate nel rispetto del gusto
dell’epoca. Ricercate e curate nel dettaglio, le camere sono dotate
di
ogni comfort: aria condizionata, tv sat, collegamento internet ad alta
velocità, cassaforte, frigobar.
Il salotto bar è una delle stanze più
rappresentative, con il grande camino e i notevoli affreschi
raffiguranti emblemi e stemmi medievali. Nella bella stagione è
possibile accomodarsi nel chiostro all’ombra di lecci secolari o
consumare la colazione nell’incantevole scenario delle terrazze
panoramiche, tra i merli del castello.
La residenza offre inoltre ai
suoi ospiti la possibilità di concedersi piacevoli momenti di relax
nella preziosa piccola biblioteca, oppure vicino a uno degli antichi
camini. Senza dimenticare le passeggiate nel parco o tra le oltre
duecento rose del Roseto delle Signore. Nella dependance del Castello è
a disposizione degli ospiti l’area wellness con sauna e bagno
turco. Il
parco è dotato anche di piscina scoperta con idromassaggio.

Per
maggiori informazioni:

Locomia – Comunicazione integrata

Via San
Damiano 4, 20122 Milano
tel. + 39 02 783807 – cell 347 9692006
e-mail:
valeria@locomia.it

 

Castello di
Monterone
Via Montevile, 3 – 06126 Perugia
tel. +39 075 5724214
www.
castellomonterone.it

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here