1.4 C
Milano
giovedì, Dicembre 1, 2022

Airbnb offre case ai medici in auto isolamento

Chi presta servizio nella propria città potrà richiedere ospitalità per proteggere la famiglia

Gara di solidarietà fra gli host: in Italia già oltre 3.000 appartamenti disponibili, 700 le domande presentate

 

 

 

​Pensata inizalmente per accogliere il personale ospedaliero in cerca di un alloggio temporaneo in una nuova città per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, la piattaforma airbnb.it/medicieifermieri​ consentirà ora anche a chi presta servizio nella sua consueta sede di lavoro di trasferirsi momentaneamente per tutelare i propri cari. Le domande possono essere presentate da oggi sul sito airbnb.it/medicieifermieri​.

G​iacomo Trovato​, C​ountry Manager Manager​ di ​Airbnb Italia​ afferma: “D​a quando abbiamo aperto il programma, abbiamo assistito a una vera e propria gara di solidarietà da parte degli host”​ , ha spiegato .

Prosegue G​iacomo Trovato​, C​ountry Manager Manager​ di ​Airbnb Italia​: “M​oltissimi i suggerimenti che abbiamo ricevuto da tutta la società civile nonostante avessimo previsto un rimborso spese per i partecipanti, molti host ci hanno chiesto di poter rendere la propria casa disponibile gratuitamente. Alcuni enti si sono offerti di sostenere in prima persona le spese di alloggio per il personale medico da reclutare. Ci ha molto toccato infine l’appello di medici e infermieri in prima linea, alla ricerca di una soluzione abitativa per isolarsi dalle proprie famiglie. Abbiamo lavorato senza sosta per consentire a tutti di contribuire secondo le proprie possibilità ed esigenze e siamo felici che il nuovo portale sia da oggi disponibile​”.

L’aggiornamento del programma rientra nel quadro delle iniziative a sostegno sia delle comunità locali sia della community e segue le dichiarazioni del CEO B​rian Chesky​ che a inizio settimana ha annunciato due importanti novità.

Sono stati istituiti due fondi a livello internazionale rispettivamente di 2​50 milioni di dollari per gli host che hanno risentito delle cancellazioni e di ​10 milioni di dollari,​ per i superhost e gli host di Esperienze che sono in difficoltà nel pagare l’affitto o il mutuo.

 

Le novità del programma

Il nuovo sito è stato sviluppato come parte dell’iniziativa ​Airbnb Open Homes​, lanciata a livello internazionale proprio sul modello del progetto pilota italiano, con l’obiettivo di dare ospitalità a 100.000 professionisti impegnati a fronteggiare l’emergenza. Consentirà in particolare di:

  • offrire a tutto il personale medico una ​possibilità di auto isolamento​ a tutela della propria famiglia;
  • dare agli host la possibilità di mettere a disposizione il proprio alloggio secondo le proprie possibilità sia ​gratuitamente,​ sia ad un p​ rezzo calmierato riservato esclusivamente al personale medico aderente al programma;
  • collaborare con e​ nti pubblici e privati​ per semplificare la ricerca di alloggio da parte del personale medico in fase di reclutamento.Il team di Airbnb continuerà l’attività di verifica delle credenziali dei richiedenti, permettendo una rapida gestione delle domande. A tutte le prenotazioni effettuate non saranno applicati i costi del servizio.

     

    I numeri dell’iniziativa italiana

    ll programma ​Airbnb per medici e infermieri​ è stato aperto due settimane fa. Da allora sonocirca 3​ .000 le case​ che gli host hanno scelto direndere disponibili al personale ospedaliero.

    Gli host di ogni regione hanno infatti contribuito all’iniziativa, con un’importante mobilitazione da parte di Toscana (13% degli alloggi totali), Lazio (10%),Piemonte (10%)e soprattutto L​ombardia​,dove è concentrata la maggior parte dell’offerta (2​3%)​. Per quanto riguarda invece il personale sanitario, sono le ​700 richieste​ pervenute.

    “Vorrei rivolgere un ringraziamento particolare a OspitaMI, che sta collaborando con noi nella gestione del programma, e a Property Manager Italia, che per prima ha sposato l’iniziativa mettendo a disposizione parte degli alloggi dei propri associati. Sono la sensibilità di partner come questi, e la generosità di tutti gli host ad aver reso tutto questo possibile​”,ha spiegato T​rovato.​

    Maggiori informazioni su come partecipare al programma e sulle condizioni sono disponibili sul sito ​www.airbnb.it /medicieinfermieri.​

     

    Sono state moltissime le nuove assunzioni di medici e infermieri a cui è stato chiesto di trasferirsi con urgenza in un’altra città per svolgere il proprio incarico. La generosità della community di host Airbnb non si è fatta attendere: nel giro di poche ore sono state migliaia gli host che hanno aderito al programma aprendo le porte delle proprie case al personale sanitario.

    Matteo è un host milanese di 54 anni, socio dell’associazione ​OspitaMI​, partner del progetto. Venuto a conoscenza dell’iniziativa, non ha esitato un istante e insieme alla moglie ha deciso di fare la sua parte:

    “L’appartamento che ho messo a disposizione è la mia unica fonte di reddito e a causa della situazione critica di questo periodo, era inutilizzato. Ho pensato che sarebbe stato un peccato non contribuire con quello che avevo e con grande felicità sono stato uno dei primi ad iscrivermi al programma. Al momento, ospito una dottoressa che lavora presso l’Ospedale San Paolo di Milano nel reparto Covid-19”.​

    Matteo, host Airbnb

    Insieme a Matteo c’è Ugo, host di Roma che da qualche giorno ospita Chiara e Martina, due infermiere campane in servizio al Policlinico Umberto I.

    Ho 5 appartamenti a Roma e nel momento in cui sono venuto a conoscenza dell’iniziativa ho subito deciso di metterli a disposizione. La motivazione è molto semplice: fare un gesto di solidarietà per rispondere all’emergenza, dando un piccolo aiuto a chi si trova a dover cambiare città molto velocemente e con un preavviso minimo”.​ U​go, host Airbnb

     

    Chiara, 24 anni, di Salerno, è alla prima esperienza lavorativa:

    “In tre giorni ho dovuto infilare la mia vita in due valigie e partire per fare il mio dovere. Scoprire l’iniziativa è stata una manna dal cielo: vengo da un’altra regione, avevo bisogno di un alloggio velocemente e trovarlo non era così scontato”​ . Chiara lavora nel reparto Covid-19 dell’ospedale, quotidianamente alle prese con una situazione molto difficile. ​“Stiamo combattendo contro qualcosa che non conosciamo, ma cerchiamo di fare del nostro meglio. La casa in cui sto oggi è stupenda: tutte le sere, finito il turno, qui riesco a staccare un po’ la spina e fare in modo di svegliarmi, la mattina seguente, con la lucidità necessaria per svolgere il mio lavoro”.​ Chiara, infermiera e guest Airbnb (nella foto di apertura)

    Come Chiara, anche Martina è giovanissima (nella foto in basso). Ha 23 anni e anche se originaria di Napoli, lavorava in provincia di Lodi come infermiera. Anche a lei è stato chiesto di trasferirsi nel più breve tempo possibile. Oggi fa parte della squadra impegnata nel reparto di terapia intensiva del Policlinico Umberto I di Roma.

    Martina, infermiera e guest Airbnb

    “Ho ricevuto la convocazione e in 3 giorni ho dovuto fare tutto: ho lasciato il vecchio posto di lavoro, la casa in cui stavo e gran parte delle mie cose. All’inizio confesso che ero disperata: non riuscivo a trovare un alloggio in cui stare, per questo essere riuscita a prendere parte all’iniziativa e avere ora una casa è di grande aiuto per me”​.

    Come Chiara e Martina, sono moltissimi i medici e gli infermieri che hanno già trovato un alloggio grazie all’incredibile generosità dimostrata dagli host Airbnb, impegnati in una gara di solidarietà che continua ogni giorno.

     

    AIRBNB

    Airbnb è una piattaforma globale di viaggio con oltre 7 milioni di soluzioni di soggiorno in più di 220 paesi e regioni e 40.000 Esperienze uniche in oltre 1.000 città. Utilizza in modo unico la tecnologia per consentire a persone in tutto il mondo di condividere e mettere a reddito sia i propri immobili, sia le proprie passioni e talenti, a beneficio di un turismo autentico, inclusivo e sostenibile per gli ospiti e le comunità locali.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles