Abano: all’Ermitage Bel Air – Medical Hotel la vacanza diventa salute

0
1483

di Elena Pizzetti

 

Pensare alla salute standosene comodamente in vacanza. Succede all’Ermitage Bel Air – Medical Hotel di Teolo (località vicinissima ad Abano), prestigioso 4 stelle dotato di un elegantissimo ristorante, dall’altezza teatrale, realizzato negli anni ’20 e illuminato da raffinati lampadari di Murano. In un’atmosfera di vera vacanza, tra una preziosa piscina interna tutta a mosaico luccicante di oro e verde, e una immensa distesa di acqua termale esterna, corredata da ogni forma di idromassaggio,  questo hotel ha scelto una missione precisa. “Qui i luoghi della riabilitazione e della prevenzione coincidono perché, se si hanno gli strumenti e il personale qualificato per riabilitare, si possono proporre programmi di prevenzione ad hoc” spiega l’ingegner Marco Maggia, 42 anni, quarta generazione nella conduzione dell’hotel e artefice nel 2007 della svolta in senso medicale della struttura.  “E se una decina di anni fa il diversamente abile in hotel poteva suscitare perplessità, ora non è più così: gli ospiti bisognosi di assistenza e gli ospiti sani condividono il soggiorno in armonia giovando gli uni agli altri”. Con la consulenza scientifica di docenti dell’Università di Padova, l’hotel svolge il ruolo di residenza temporanea per soggiorni riabilitativi a seguito di traumi ed interventi chirurgici ortopedici, assicurando tempi di recupero inferiori. Non solo: nell’ambito della prevenzione cardio-vascolare oltre 1.000 ospiti al termine del soggiorno hanno potuto costatare il miglioramento dei propri parametri fisiologici. Programmi specifici sono stati messi a punto anche per patologie croniche di tipo linfatico, quali il linfedema, e di tipo neurologico, come il Parkinson. Con il progetto “Il sogno di Eleonora”, avviato con l’Hospice pediatrico di Padova, i bambini affetti da malattie rare accompagnati dai propri familiari possono usufruire di prestazioni sanitarie e accoglienza totalmente gratuite.

Un grande capitolo è poi la cucina che qui diventa stile di vita, curata dallo chef Michele Bruseghin: cotture leggere e a basse temperature, prodotti freschissimi che arrivano direttamente dai produttori scrupolosamente selezionati, alcuni a conduzione familiare (il progetto Natura Viva), menù dietetici, chiamati Basil, per ogni esigenza, torte e pasta fresca fatte in casa e menu à la carte con amplissima scelta. Info: www.ermitageterme.it.

Articolo pubblicato il 10 giugno 2018 su Il Giornale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here