Venezia: count down per la Borsa Internazionale del Turismo Esperienziale

0
280

AL VIA LA BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ESPERIENZIALE,

LA VACANZA CHE INTERPRETA LE NUOVE ESIGENZE DEL TURISTA

 

Il progetto nazionale sarà presentato in occasione dell’appuntamento inaugurale lunedì 25 novembre a Venezia. Fra gli eventi in programma nella tre giorni, anche un confronto sulle esperienze di “territori in rete” con l’assessore regionale alla cultura Cristiano Corazzari.

 

 

(Venezia, novembre 2019) E’ già scattato il conto alla rovescia in vista della seconda edizione della BITESP – Borsa Internazionale del Turismo Esperienziale, appuntamento di riferimento per gli operatori del settore in programma dal 25 al 27 novembre 2019 a Venezia, presso il padiglione Fieristico Terminal 103 della Stazione Marittima. Una manifestazione patrocinata dal Gist.

Una tre giorni ricca di eventi, momenti di incontro – già oltre 5000 gli incontri di matching già programmati, con la partecipazione di più di 100 buyer nazionali e internazionali – e occasioni di approfondimento su quello che viene universalmente considerato uno dei mega-trend del turismo del futuro.

Lunedì 25 novembre alle 9.45 l’appuntamento inaugurale – che vedrà la presenza del direttore della BITESP Leonardo Surico, del Presidente di Artès Maurizio Testa e di Stefan Marchioro della direzione  Turismo della Regione Veneto – sarà occasione per lanciare un’iniziativa nuova: nasce da Artès, Innovation partner della manifestazione, il progetto di un marchio di qualità e di un club di prodotto che riunisca insieme, in una rete di collaborazione e scambio, soggetti diversi nel territorio nazionale impegnati nell’ambito del turismo esperienziale. Tante le possibilità di riflessione e confronto offerte dallo Storyliving Experience Forum: solo per citare alcuni eventi, sempre lunedì 25 alle 12 un appuntamento che vedrà l’intervento dell’assessore regionale alla Cultura Cristiano Corazzari metterà a fuoco le esperienze di “territori in rete” per il turismo esperienziale, dal GAL Adige Rovigo al caso dell’Intesa Programmatica d’Area Asolo Monte Grappa fino alla sperimentazione del Centro commerciale naturale nell’area di sant’Antioco in Sardegna. Ma alla BITESP si parlerà anche di competenze per il futuro, di nuovi scenari per le agenzie, delle prospettive dell’editoria di viaggio, di turismo slow, di turismo d’impresa, e di tanto altro, con un programma di 24 appuntamenti che vedranno insieme e metteranno a confronto le voci di docenti, guide turistiche, osservatori esperti, rappresentanti di enti locali, imprenditori del settore…Una proposta cui si affianca quella dello Stryliving Experience Theatre, che permetterà di toccare  e sperimentare in prima persona alcuni format del turismo esperienziale.

Ecco che partecipando alla BITESP l’operatore può acquisire gli strumenti per costruire “da zero” una propria offerta di turismo esperienziale da affiancare a quella tradizionale, ma può anche selezionare il partner ideale cui affidarsi per realizzare un’idea, con cui mettersi in rete per offrire al turista una proposta che già c’è o con cui lavorare per migliorare la propria attività di turismo esperienziale..

Ma la Borsa Internazionale del Turismo Esperienziale sarà anche occasione per gettare uno sguardo sulle innovazioni tecnologiche che percorrono il settore: fra le diverse proposte, quella di una startup che ha messo in campo una piattaforma che consente al visitatore di “testare” attraverso la realtà virtuale l’esperienza che andrà a vivere con il turismo esperienziale.

E per chi volesse già ora scoprire alcune fra le proposte presenti all’edizione 2019 della BITESP, un’interessante vetrina è offerta dai video in concorso per l’iniziativa Travel Experience Award, che premierà la miglior proposta esperienziale: https://www.bitesp.it/travel-experience-festival/

Per conoscere il programma completo e le modalità di partecipazione a BITESP: www.bitesp.it

Con il patrocinio dell’ENIT e del GIST

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here