Open Day sul Piccolo Cervino

0
178

 

di Edoardo Stucchi

La funivia “trifune” più alta del mondo
Inaugurata il 29 settembre a Zermatt l’impianto da record “firmato” Leitner e Pininfarina sul Piccolo Cervino. Il 3 novembre si viaggia gratis sul nuovo impianto. I turisti da Zermatt avranno uno ski pass speciale per raggiungere la stazione di partenza della nuova funivia; chi proviene da Cervinia, neve permettendo, potrà raggiungere la partenza della funivia, salire gratis e sciare sul ghiacciaio del Theodulo. Nell’occasione è stata posta la prima pietra per il collegamento del Piccolo Cervino con la Testa Grigia del Plateau Rosa creando così un nuovo valico percorribile da tutti, a piedi o con gli sci.
La stagione bianca è alle porte e gli impianti di alcune località sono già aperti per i primi week end. E in questo scorcio d’autunno, con l’arco alpino imbiancato, vi porto a Zermatt, nel Vallese, appena aldilà del nostro spartiacque alpino, in corrispondenza della Valle D’Aosta. Per qualcuno potrebbe sembrare un luogo irraggiungibile, ma è proprio questa sua caratteristica che lo rende unico. Sto parlando di Zermatt, la località della neve più famosa di tutto l’arco alpino, ai piedi della montagna più affascinante del mondo, il Cervino, un emblema indimenticabile per la sua conformazione, una piramide di 1500 metri che sovrasta la cresta del Plateau Rosa, visibile e riconoscibile a 360 gradi, meta di arrampicate ardite e immagini straordinarie. Ma ora il suo emblema potrebbe essere intaccato da un suo figlioccio, il Klein Matterhorn o il Piccolo Cervino, come lo chiamano dall’Italia, con i suoi 3850 metri di quota.

Open day
Ecco, in questo week end vi invito a un Open Day sul Piccolo Cervino, raggiungibile con la nuova funivia trifune più alta dal mondo, costruita da Leitner di Vipiteno e con navicelle firmate Pininfarina. L’impianto, costruito in circa 3 anni, è stato inaugurato il 29 settembre e comincerà a funzionare il primo novembre, accanto alla vecchia funivia, che rimane sempre in funzione, ma sabato 3 novembre le 25 navicelle di Pininfarina apriranno le loro porte gratis ai visitatori. Sia per chi arriva da Zermatt, sia per chi arriva, neve permettendo, da Cervinia.

Il Piccolo Cervino
Il Klein Matterhorn a quota 3850 metri è già accessibile ai turisti con una ardita funivia che sale in 3 tronchi dal tipico paesino svizzero di Zermatt. Dalla cima gli sciatori si possono gettare vorticosamente in una appassionante discesa fino a Zermatt coprendo un dislivello di 2000 metri. La nuova funivia permetterà un migliore accesso alla pista di discesa e oltre a godere di panorami mozzafiato sulle tre aree sciistiche che la circondano (Sunnega Rotorn; Klein Matterhorn e Schwarzsee) offrirà agli sciatori l’aria più pura delle Alpi. A Zermatt, infatti, non circolano veicoli con motore a scoppio, ma ci si sposta soltanto con bus e taxi elettrici, slitte trainate da cavalli e si arriva soltanto con il treno. In uno dei suoi percorsi più caratteristici, il trenino rosso collega St. Moritz a Zermatt, passando per gole, passi e viadotti. Un ulteriore trenino dalla stazione di Zermatt vi porterà poi alla stazione del Gornergrat a 2500 metri, sopra la cittadina, da dove si gode una vista panoramica non soltanto sul Cervino, ma anche sul Monte Rosa. Il grande Cervino, il simbolo della Svizzera, avrà un concorrente, il suo fratellino minore, il Piccolo Cervino.

Le navicelle
La stazione a monte del Matterhorn glacier ride è situata a 3821 metri s.l.m. È la stazione di montagna più alta d’Europa e al tempo stesso la funivia 3S (funivia trifune) più alta del mondo. Grazie alla funivia esistente, che risale al 1979, e al nuovo Matterhorn glacier ride, il Piccolo Cervino sarà accessibile 365 giorni all’anno. Le dimensioni delle 25 cabine: su una superficie di 13,3 m3 ogni cabina ha 28 comodi posti a sedere con ampia vista panoramica. Le cabine sono opera di Pininfarina, il famoso studio di design italiano noto per le sue collaborazioni con marchi famosi quali Ferrari e Maserati. In collaborazione con Bartenbach Lighting Design è stato realizzato per il soffitto della cabina un’illuminazione a luce LED simile a un cielo stellato.

Alpine Crossing
La funivia trifune di LEITNER ropeways è il primo passo in direzione di “Alpine Crossing”. Il progetto prevede un valico alpino unico nel suo genere tra il nord Italia e Zermatt e a lungo termine il collegamento delle tre aree sciistiche di Zermatt, Cervinia/Valtournenche e Monte Rosa. Si verrebbe a creare così uno dei più grandi comprensori sciistici al mondo con piste collegate. In pratica dall’arrivo della funivia del Klein partirà un nuovo impianto che raggiungerà la Testa Grigia del Plateau Rosa, permettendo un collegamento unico nel suo genere fra Italia e Svizzera, in concorrenza con quello del Monte Bianco.

Crystal ride
280 000 cristalli Swarovski impreziosiscono quattro delle 25 cabine del Matterhorn glacier ride. Le cosiddette cabine “Crystal ride” colpiscono anche per i loro interni eleganti. I 28 sedili di ciascuna cabina sono realizzati interamente con materiali pregiati quali pelle e alcantara e sono ornati con altre applicazioni Swarovski. Durante il viaggio fino alla stazione a monte più alta d’Europa, le quattro cabine speciali offrono una vista davvero spettacolare. Dopo tre minuti, a un’altezza di 170 metri dal suolo, il pavimento di vetro opaco si schiarisce e dischiude in pochi secondi una magnifica vista sul paesaggio glaciale. Ciò è reso possibile grazie al vetro stratificato attivo che inizialmente è opaco-latteo e poi diventa trasparente per effetto della corrente elettrica.

La funivia trifune
Il Matterhorn glacier ride viaggia su tre funi per intervia. Due di esse sono funi portanti saldamente ancorate nelle stazioni. Esse formano la via di corsa per le cabine, stabilizzano la funivia anche in caso di forti venti e garantiscono un trasporto regolare durante il viaggio. La terza fune, la fune traente, gira intorno alle pulegge nelle due stazioni e traina le cabine a una velocità massima di 7,5 metri al secondo.

Come raggiungere Zermatt
Considerando che Zermatt è una località dove non circolano le auto, se pensate di partire dall’Italia con la vostra vettura, dopo aver superato il passo del Sempione, un’autostrada sempre aperta, potete decidere di parcheggiare la vettura a Briga, a Visp o a Tasch, e prendere il treno che vi porterà a Zermatt. Da Tasch potete scegliere anche un taxi elettrico, che vi porterà a destinazione (comodo per le gite di un giorno). Sembra tutto difficoltoso, ma sarete ripagati al vostro arrivo in questa splendido paesino di montagna. In totale sono 231 Km da Milano e il tempo di percorrenza è di 3 ore e mezzo. Anche il treno impiega lo stesso tempo, partendo dalla stazione Centrale di Milano alle 7.23, con cambio a Briga. Arrivati alla stazione ferroviaria di Zermatt potete proseguire per la funivia che vi porterà al Piccolo Cervino con un taxi elettrico o una slitta trainata da cavalli. L’ufficio del turismo vi darà tutte le informazioni necessarie per raggiungere il Klein Matterhorn. Nel tardo pomeriggio potete tornare a Zermatt e avviarvi per il viaggio di ritorno oppure fermarvi nella cittadina svizzera dove potete trovare da dormire in alberghi o camere per tutte le tasche, anche le più esigenti, passeggiare lungo i viali e fermarvi in un ristoro veloce e tipico.

Articolo pubblicato sulla rivista web Recsando

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here